SIRIA/CINA – Assad e Xi hanno avuto una conversazione al telefono

assad e xi

assad e xi

Assad e Xi hanno avuto una conversazione al telefono: si rafforzano le relazioni sino-siriane. I leader hanno discusso delle relazioni bilaterali e dei modi per espandere la cooperazione tra i paesi.

Il presidente sirieno Bashar al-Assad, ha affermato che le relazioni con la Cina sono estremamente importanti per il popolo siriano. La Cina sostiene la Siria nella lotta al terrorismo internazionale e al blocco economico, che ha complicato enormemente la vita dei siriani.

Assad ha anche espresso il desiderio della Siria di aderire alla Belt and Road Initiative e ha ringraziato Pechino per gli aiuti umanitari al popolo siriano.

Xi Jinping, a sua volta, ha affermato che l’amicizia tra Cina e Siria è radicata nel profondo della storia e che la Siria è uno dei primi paesi arabi a stabilire relazioni diplomatiche con la RPC. Damasco ha anche svolto un ruolo nel ripristinare i diritti legali e lo status della Cina nelle Nazioni Unite (oggi la Cina ha celebrato il 50° anniversario dell’adozione della Risoluzione).

“La Cina continuerà a fornire assistenza alla parte siriana nella lotta contro il Covid-19 e sosterrà anche il Paese nella ripresa e nella ripresa del suo sviluppo”, ha Xi secondo quanto riportato dalla China Central Television.

“La Cina sostiene le azioni della parte siriana per proteggere la sovranità statale, l’integrità territoriale e la dignità nazionale e si oppone risolutamente ai tentativi delle forze esterne di interferire negli affari interni della Siria”, ha affermato Xi Jinping.

Secondo Xi, i due Paesi aderiscono al principio di non ingerenza negli affari interni di altri Stati e rifiutano l’egemonia e la politica della forza (con chiara allusione agli Stati Uniti).

Il presidente cinese ha sostenuto la lotta dei siriani per difendere l’indipendenza, la sovranità e l’integrità territoriale del loro Paese. Ha anche chiesto l’immediata revoca delle sanzioni e la revoca del blocco alla Siria.

Per quanto riguarda la lotta al coronavirus, Xi si è impegnato a fornire alla Siria un nuovo lotto di vaccini e forniture mediche, nonché attrezzature per aiutare Damasco a controllare la pandemia.

È da segnalare che ultimamente sta adottando una posizione più attiva a favore della Siria, con attacchi frequenti e diretti contro l’invasione turca in sede del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite.

La Turchia vede emergere la Cina, che l’accusa chiedendole di smettere di violare i diritti umani in Siria. La Cina interviene sempre più direttamente sul terreno internazionale mentre gli Stati Uniti e l’UE stanno perdendo velocità e potere per risolvere i conflitti nel mondo e soprattutto per mantenere la pace.

Exit mobile version