SIRIA – Attentato uccide 28 soldati siriani

L’agenzia statale siriana SANA riferisce che un autobus che trasportava militari sull’autostrada Deir ez-Zor-Palmyra è stato oggetto di un attacco terroristico. L’esplosione ha ucciso 28 soldati, e 13 sono rimasti feriti. I soldati, appartenenti alla quarta divisione meccanizzata d’élite di Maher Assad , avevano terminato le licenze e stavano tornando alla base posizionata in un’area desolata e scarsamente popolata. Gli aggressori hanno fatto esplodere uno IED prima di aprire il fuoco sull’autobus sul quale viaggiavano i militari. Altri due autobus che facevano parte del convoglio sono riusciti a uscire dalla zona dei bombardamenti.

località attacco

A pochi chilometri a sud di Kebajib, c’è un territorio controllato dai terroristi dell’Isis on una superficie di diverse migliaia di chilometri quadrati. Pertanto si presume che l’imboscata possa essere stata organizzata dai militanti di questa organizzazione terroristica.

Subito dopo l’ attacco di ieri all’ autobus nella provincia di Deir ez-Zor, la frequenza delle sortite di combattimento degli aerei delle forze aerospaziali russe è aumentata drasticamente.

Nelle ultime 24 ore, l’aviazione russa ha inflitto più di 60 attacchi su posizioni dell’ISIS individuate nella vasta regione siriana del Deserto Bianco, che copre parti delle province di Deir ez-Zor, Homs, Aleppo , Hama e Raqqa.

Il gruppo terroristico Stato Islamico, ha rivendicato l’attentato al bus in Siria. Ne scrive Reuters.

Ci viene detto che: gli USA hanno distrutto Raqqa e annientato l’ISIS! Gli USA hanno ucciso al Bagdadi! (più volte) Gli USA hanno chiesto ai sauditi di smetterla di finanziare il terrorismo! (comprano invece armi USA) E Trump ha dichiarato che il “100 percento” del califfato dell’ISIS era stato sconfitto!

Se tutti odiano così tanto i terroristi dell’ISIS, perché sono ancora in giro?

Exit mobile version