Siria: 5 PROGETTI PICCOLI per la speranza GRANDE di ricostruire la vita (progetti 2,3,4,5)

Siria: 5 PROGETTI PICCOLI per la speranza GRANDE di ricostruire la vita (progetti 2,3,4,5)

il video che vedete in apertura è il progetto ideato dalle monache trappiste , per la riparazione delle case: è il 1° progetto dei 5 progetti proposti dalle stesse.

In pratica, nel primo progetto si chiede un aiuto di 2 euro per ogni pietra e 28 euro per chi volesse contribuire a realizzare un metro di muro di una casa da riparare.

La casa è la cosa più importante per una famiglia e le famiglie sono state devastate dalla guerra e, come sapete si può riparare ma non costruire, ovvero dall’esterno la comunità internazionale non fa entrare nulla. A meno che , ovviamente, si usi solo manodopera e si riutilizzi le macerie. Direi l’idea delle monache trappiste è geniale ed esprime quella rivoluzione di pensiero orientato ala pace che spero si diffonda sempre di più in Siria e nel mondo.

Il contesto di questi progetti e la vita che li ha generati, sono spiegati in una lettera che le monache hanno scritto e che ho diviso in due parti, disponibile alla lettura qui (prima parte)  e qui (seconda parte).

Questi invece sono gli altri progetti rilanciati dal sito web amico Ora Pro Siria, di cui riporto qui di seguito il testo:

2 : CUORI E MANI PER LA VITA

Questo gruppo è nato dalla necessità di trovare qualche piccola e semplice fonte di lavoro e guadagno per alcune famiglie più povere, in particolare per alcune donne che avendo bambini piccoli possono lavorare solo a casa e in modo discontinuo.

La cosa più semplice è stata insegnare loro qualche nozione della tecnica macramé, cioè l’utilizzo di nodi con fili di piccole o grandi dimensioni. In particolare abbiamo scelto il micromacramè abbinato all’uso delle perline, per creare braccialetti, orecchini, portachiavi, accessori di piccole dimensioni.

Con questa attività riusciamo ad aiutare per ora quattro famiglie del nostro villaggio. Qualcosa riusciamo a vendere qui, ma data la povertà in generale della gente, teniamo prezzi molto bassi. Abbiamo mandato più di novemila braccialetti in Italia e ad altri amici che ci aiutano per venderli, però la situazione legata al virus ha limitato molto le visite ai botteghini vari.

Per questo stiamo cercando qualche ditta che possa comprarne una buona quantità, magari per farne piccoli regali abbinati ai prodotti, in modo da poter continuare questo aiuto alla nostra gente. O gli organizzatori di qualche evento, alla ricerca di oggettini omaggio… In futuro vorremmo poter organizzare anche qualche piccolo artigianato del legno e del vetro, in modo da aiutare anche qualche ragazzo a guadagnare qualcosa…

Siamo alla ricerca di sbocchi in Italia, perché se è vero che c’è crisi ovunque, qui in Siria tutta la fatica è sempre di più…. Il paese, distrutto da dieci anni di guerra, stenta a ripartire e ogni cosa anche piccola aiuta a far fronte alle necessità quotidiane.

Ecco qualche foto del lavoro

 

3: LA SORGENTE PROGETTO PER GIORNATE MONASTICHE FORMATIVE APERTE A RAGAZZE E RAGAZZI

Sempre più ospiti vengono al nostro monastero, attirati in primo luogo dalla bellezza del luogo e dalla pace che vi trovano. Fra loro anche molti giovani.

Scoprono a poco a poco la comunità che vi abita, la liturgia che vi si svolge, il senso della giornata con le sue luci e le sue ombre, i suoi tempi per parlare e i tempi per rispettare il silenzio.. La passione per il lavoro manuale e per la natura con i suoi ritmi… Però gustare tutto questo non è immediato, soprattutto per i gruppi che vengono con un programma loro, già stabilito. E’ faticoso cogliere il senso della nostra vita, e allo stesso tempo c’è la percezione di poterne trarre qualcosa per se stessi, per sostenere il proprio quotidiano.

C’è anche sete di qualcosa di qualcosa di più profondo, di una esperienza più personale e allo stesso tempo ecclesiale di Cristo, della preghiera, della fede..

Gli altri consacrati, che vivono a contatto quotidiano anche con i giovani, ci dicono della mancanza generale di vocazioni, ma anche di una disponibilità di fondo alla vita consacrata, e del bisogno che qualcuno parli loro di questa possibilità, soprattutto con la vita e l’esperienza. I Focolarini, così come altri, stanno lavorando molto sul senso della vita come vocazione.

Noi vorremmo proporre il nostro modo, quello monastico, di seguire il Signore. La vita monastica ha in Siria le sue radici: è nata qui, allo stesso tempo che in Egitto, nel terzo secolo dopo Cristo. Molti Santi monaci hanno vissuto qui, durante i secoli. Sarebbe un dono di Dio vederla rifiorire oggi..

Concretamente:

Il programma prevede dei fine settimana ( giovedì pomeriggio, venerdì e sabato, che sono i giorni liberi per chi lavora) durante l’anno in cui invitare, con l’aiuto dei parroci, i giovani ad una esperienza strutturata secondo i nostri tempi. Preghiera della liturgia delle ore, celebrazione Eucaristica (o celebrazione della Parola), Lectio Divina guidata, lavoro manuale, pasti in comune con la lettura di tavola, tempo personale di meditazione e preghiera, e un momento di condivisione finale. L’esperienza di alzarsi presto, e gustare le ore della notte e del primo mattino per la preghiera. L’esperienza del lavoro e di un po’ di fatica anche fisica.. L’esperienza del silenzio. E di una parola più controllata; l’ascolto della natura e l’attenzione al servizio comune.

Ai partecipanti lasceremmo l’onere di pagarsi il viaggio, e 7000 SYP ( pari a due euro per due giorni) come quota di partecipazione, per responsabilizzare la partecipazione. Per coprire le nostre spese, avremmo bisogno ancora di 10 euro per persona ( per due giorni).

Quindi, per un ritiro di dieci persone per un fine settimana, avremmo bisogno di 10 euro x 10 persone = 100 €, più qualche spesa di materiale = 130 €

10 incontri = 1300 €

4: TUTTI A SCUOLA ! PROGETTO DI SOSTEGNO PER SPESE SCOLASTICHE 2021/2022

Anche se l’anno scolastico è già iniziato, vorremmo dare un sostegno alle spese della scuola, che incidono non poco sull’economia della famiglia.

Ecco qualche dato: vorremmo aiutare un gruppo di 104 ragazzi.

55delle elementari, 25delle medie, 10delle superiori e 14universitari.

ELEMENTARI : 55 bambini

per ogni bambino :

abiti 200.000 SYP ( scarpe, 25000; pantaloni 25000; camicia 30000; zaino 30000. Gli abiti 2 volte nell’anno scolastico)

quaderni 22.000 SYP

penne 14.500 SYP

vanno a scuola al villaggio, non c’è trasporto. TOT. A bimbo 236.000 SYP = 63 €

236.000 SYP : 3400= 69,4 $ x 55 = 3818 $ : 1,1= 3470 €

MEDIE : 25 bambini

abiti 200.000 SYP

quaderni 26.000 SYP

penne 14.500 SYP

mezzi di trasporto al villaggio vicino 350.000 TOT. A bimbo 590.500 SYP = 158 €

590.500 SYP : 3400= 173,6 $ x 25= 4342 $ : 1,1 =3947 €

SUPERIORI : 10 ragazzi

abiti 230.000 SYP

quaderni 30.000 SYP

penne 20.000 SYP

mezzi di trasporto al villaggio vicino 350.000 TOT. A ragazzo 630.000 SYP = 168,5

630.000 SYP : 3400= 185,2 $ x 10= 1853 $ : 1,1 =1685 €

UNIVERSITA’ : 14 giovani

abiti 230.000 SYP

quaderni 30.000 SYP

penne 20.000 SYP

mezzi di trasporto ( alla città) 1.500.000 TOT. A giovane 1.780.000 SYP = 476 €

TOTALE IN EURO PER IL PROGETTO : 15.765 €

( N: B: i libri di testo in Siria sono dati gratuitamente dalla Scuola )

5: LA PICCOLA FATTORIA MICROPROGETTO PER ALLEVAMENTO MUCCHE

La nostra è una richiesta di aiuto per un progetto di allevamento di mucche, nel villaggio di Azer ( Talkalakh, provincia di Homs). Il villaggio di Azer è un piccolo villaggio cristiano Maronita, di circa 500 abitanti, molto vicino al confine con il Libano e circondato da villaggi Alauiti e Sunniti. E’ una zona rurale, l’economia si sostiene soprattutto, e a fatica, attraverso i lavori agricoli.

Molti dei nostri giovani sono partiti, purtroppo; tanti sono ancora in servizio militare, e non hanno molte prospettive davanti a sé. Chi vuole restare, ha bisogno di avere un lavoro, un minimo di possibilità di guadagnarsi la vita.

Sami Thome è un giovane di 33 anni, ha terminato da poco il suo servizio militare, durato 10 anni, ed ora non ha un lavoro stabile (anche se guadagna occasionalmente qualcosa come tassista). E’ fidanzato e vorrebbe sposarsi , restando a vivere nel villaggio.

Anche Hasib Dabboul è del villaggio : ha 34 anni, è sposato e padre di tre figli. Lui ha una professione, è uno scalpellino come tutta la sua famiglia, ma è ancora in servizio militare ( da ormai sei anni) e non può certo accettare del lavoro fisso.

Entrambi hanno un po’ di terra ed uno stabile dove ospitare le mucche, quindi potrebbero iniziare subito ad occuparsi degli animali. Con il tempo, vorrebbero aumentare il numero delle mucche, e magari lavorando insieme pensare anche ad una piccola fabbrica di prodotti lattieri.

Ma questo in una fase successiva. Sarebbe già molto per loro poter disporre di una risorsa immediata, vendendo il latte con le prime mucche a disposizione.

Vi ringraziamo in anticipo per il vostro interesse nel sostenere il popolo siriano, così provato anche nelle cose più basilari come il nutrimento, la salute, lo studio, il lavoro.

Sappiamo che la situazione sta diventando precaria anche in Occidente, e non è facile per nessuno.. Tutto ciò che potrete fare, sarà prezioso..

Da parte nostra, ci rendiamo garanti della serietà di queste persone e delle loro intenzioni.

Con riconoscenza, le sorelle di Fons Pacis

**************************

Per fare la tua donazione, ti chiediamo di seguire queste istruzioni:

Intestatario:
Associazione Nostra Signora della Pace
via Provinciale del Poggetto, 48 – 56040 Guardistallo PI

Bollettino su:
Conto Corrente Postale n. 12421541

oppure

Bonifico bancario su:
IBAN: IT61M0306909606100000002047
Codice SWIFT: BCITITMM

Nella causale del bonifico, puoi precisare una delle seguenti voci:

Monastero Trappiste di Azeir – Adotta una pietra , o il nome di uno dei 5 progetti proposti

Tutti i contributi saranno riconosciuti con gratitudine e sono deducibili dalle tasse ai sensi del D.L.G. 460/97.

Ass. Nostra Signora della Pace https://www.nostrasignoradellapace.it/sostieni/

Exit mobile version