Sgominato un tentativo dello Stato islamico di tornare in Iraq

Pubblicità

I transfughi della battaglia di Baghuz hanno fallito il tentativo di tornare in Iraq attraversando il confine iracheno dalla Siria

Secondo Southfront la centro iracheno di intelligence ”Falcon”  che ha frustrato un primo piano dell’ISIS di ripristinare la rete di cellule terroristiche in tutto il paese nell’ambito dell’operazione speciale “Death Claws”.
L’operazione è durata alcuni mesi e faceva parte di un programma segreto per impedire ai terroristi dell’ISIS di tornare dalla Siria all’Iraq.
Durante l’operazione, agenti dell’intelligente irachena sono riusciti ad uccidere Wahid Amin, un importante comandante del servizio di sicurezza dell’ISIS nella “provincia di Jazira” (a est della Siria, a nord-ovest dell’Iraq). Secondo quanto riferito, il Wahid Amin è responsabile di numerosi crimini di guerra a Mosul e Tell-Afar.
Ad Amin è stata tesa un’imboscata a nord di Tell Afar quando si è trasferito con la sua guardia del corpo Abdul Ghafoor Abdullah. Quest’ultimo si è suicidato dopo che si è reso conto che il  fallito tentativo di salvare il suo comandante.
Southfront riferisce che durante gli ultimi due anni, il gruppo di intelligence del Falcon ha intensificato le sue operazioni contro le cellule ISIS in Iraq e in Siria. La cellula è riuscita a catturare di recente alcuni eminenti comandanti del gruppo terroristico, inclusi  Saddam al-Jamal e Taha Znad Mashhadani .

https: //southfront.org/operation-claws-of-death -…