Russia, Turchia e Iran si riuniranno il prossimo mese per un vertice sulla Siria

L’agenzia russa Interfax riferisce che il prossimo vertice dei leader di Russia-Turchia-Iran è previsto a febbraio, ha dichiarato il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov. 
“Approssimativamente, stiamo finalmente coordinando tutti i dettagli tecnici – affinché a metà febbraio si tenga ad Astana un incontro internazionale sulla Siria. [Già da oggi] c’è già un accordo di principio, una comprensione di base per tenere un altro summit il prossimo mese con la partecipazione dei presidenti di Russia, Turchia e Iran”, ha detto Lavrov. in una conferenza stampa a Mosca. 
Il ministro ha promesso di riferire questo dopo aver concordato gli ultimi dettagli del summit. 
In precedenza, il presidente russo Vladimir Putin ha dichiarato che è stato raggiunto un accordo per tenere un summit di questo tipo, che si terrà in Russia.

Lavrov ha definito il trattato di Adana una base per la cooperazione tra Turchia e Siria al confine
La Turchia e la Siria possono concordare la protezione della frontiera comune sulla base dell’accordo di Adana, ha affermato il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov. 
“Per quanto riguarda la situazione sul confine turco-siriano, è nata principalmente dalla decisione degli Stati Uniti di ritirare le sue unità fedeli da queste aree e, naturalmente, questa situazione richiede misure immediate per prevenire il vuoto [in quell’area]. La Turchia e la Siria hanno utilizzato l’accordo di Adana del 1998 per questi scopi “, ha detto Lavrov in una conferenza stampa lunedì. 
“A quanto ho capito, il governo siriano ha fatto anche una dichiarazione l’altro giorno, che indica la sua disponibilità a lavorare sulla base di questo accordo per garantire la sicurezza delle frontiere”, ha detto il ministro.
Il trattato di Adana, concluso da Turchia e Siria nel 1998, aveva lo scopo di sradicare il “Partito dei lavoratori del Kurdistan (PKK) e i suoi derivati” in Siria.

 

Pubblicità