Russia: “La presenza militare turca in Siria è temporanea”

[ad_1]
Militare turco

Il rappresentante permanente della Russia presso l’Ufficio delle Nazioni Unite a Ginevra, Gennady Gatilov, ha affermato che la presenza di forze militari turche nel nord della Siria è un “fenomeno temporaneo”, reso necessario dalle “preoccupazioni di sicurezza di Ankara”.

“L’attività della Turchia nel nord della Siria è un fenomeno temporaneo legato alle preoccupazioni per la sicurezza nazionale e alla minaccia terroristica”, ha detto Gattilov al quotidiano Izvestiya .

“La questione curda è una questione molto delicata nel mosaico politico siriano”, ha affermato.

“Sappiamo che Ankara dichiara il suo pieno sostegno all’integrità territoriale e alla sovranità della Siria, e nulla ci porta a mettere in discussione la credibilità di questa posizione”.

I militari turchi intendono lanciare operazioni a est dell’Eufrate, così come nella campagna di Manbaj, a Aleppo, contro le organizzazioni curde classificate come terroristiche, se non ritirate dagli Stati Uniti da quelle aree nel nord della Siria.

Per saperne di più:  Attacchi aerei israeliani: presunte immagini satellitari rivendicano ciò che i jet hanno bombardato in Siria

La presenza militare post- turca in Siria è “temporanea”: la Russia è apparsa per la prima volta su Muraselon .

[ad_2]

Source link

Pubblicità