Rifugiato siriano anti-Assad vuole essere eletto al Bundestag, i verdi lo appoggiano

Tareq Alaows vuole andare al Bundestag

Un rifugiato siriano chiede l’abolizione dell’iscrizione “Dem deutschen Volke” (Al popolo tedesco) nel Parlamento tedesco (Reichstag)

Il settimanale “Zeit” riporta che Tareq Alaows è di Damasco, ha 31 anni e ha studiato legge in Siria. Parla abbastanza bene la lingua tedesca. Secondo le sue stesse informazioni, ha imparato la lingua tedesca la lingua da solo dopo aver compiuto il viaggio attraverso il Mediterraneo attraverso i Balcani fino alla Germania nel 2015 come parte della grande ondata di rifugiati. Attualmente lavora, in modo molto legale, come consulente in materia di diritto di asilo e soggiorno. Ha una ampia conoscenza a riguardo e può quindi aiutare i suoi compatrioti arabi a rimanere in Germania il più a lungo possibile, in alcuni casi in modo permanente. Tareq Alaows vorrebbe anche vivere stabilmente in Germania. E preferibilmente come membro del parlamento nazionale tedesco. Non ha avuto questa idea da solo: il partito dei Verdi lo hanno aiutato e hanno chiarito che volevano che si candidasse alle elezioni.

Già in Siria, Alaows sostiene di aver lavorato “per i diritti umani”, contro Assad e l’apparato statale. Ciò è difficile da provarlo. Ma in Germania con questo curriculum, con i Verdi, può partire di corsa. Lo “Zeit” lo cita con una retorica che è al 110 per cento in linea con il partito:

“I Verdi sono al governo in molte città che stanno cercando di accogliere più rifugiati, sono i cosiddetti ‘rifugi sicuri’ negli stati federali che vogliono accogliere più rifugiati. E ci sono Verdi come Aminata Touré, Filiz Polat e molti altri che si impegnano per una società aperta, per la diversità nella politica e il rispetto dei diritti umani. Abbiamo una visione comune di una società aperta, per la quale lavoreremo “.

Andrebbe tutto così bene, sarebbe tutto così bello, se non ci fosse un altro ostacolo da superare: Tareq Alaows è siriano e non tedesco. Quindi ora dovrebbe essere naturalizzato il più rapidamente possibile. Ha “presentato domanda di naturalizzazione discrezionale all’autorità competente”.

Non sarebbe una soluzione ingegnosa per molti siriani in Germania? Naturalizzazione discrezionale e poi via al parlamento statale o al Bundestag? – C’è molto spazio sul prato davanti al Parlamento tedesco…

Così semplice e colorato è il bellissimo, nuovo e multiculturale mondo dei Verdi!

Ma non è tutto, l’anti Assad Tareq Alaows vuole anche assicurarsi che l’iscrizione “Dem deutschen Volke” (Al popolo tedesco) del Parlamento tedesco sia modificata. Ha detto: “Voglio essere la voce di coloro che vivono qui in Germania come rifugiati”. Si tratta di partecipazione e questo necessita di nuovo look in parlamento, ha detto: “Le persone che finora hanno deciso la politica sulla migrazione e sui rifugiati non sanno come ti senti quando devi scappare. Voglio portare questa prospettiva al parlamento tedesco “. Quindi l’iscrizione non dovrebbe riportare più “Al popolo tedesco”, ma “Per tutte le persone che vivono in Germania”.

autore: Di MANFRED ROUHS fonte:http://www.pi-news.net/2021/02/tareq-alaows-will-in-den-bundestag/

Exit mobile version