“Riavviare il nostro mondo per creare un futuro più sano, più equo e prospero”.. e con quali uomini!?

"Riavviare il nostro mondo per creare un futuro più sano, più equo e prospero".. e con quali uomini!? 1

Diciamo che è il 2014 e da tempo hai l’idea di un grande ripristino tecnocratico dell’economia globale, ma funziona solo se l’intero pianeta è scosso da una pandemia. Come intendi commercializzare la tua idea?
“La pandemia rappresenta una rara ma ristretta finestra di opportunità per riflettere, ripensare e ” – Klaus Schwab, WEF

Se sei il fondatore del World Economic Forum (WEF) Klaus Schwab, stai cercando di vendere la tua visione di un’utopia globale attraverso il grande riavvio dell’ordine mondiale in tre semplici passaggi:

1. Annuncia la tua intenzione di rinnovare ogni aspetto della società con una governance globale e continua a ripetere questo messaggio

2. Quando il tuo messaggio non ti arriva, simula falsi scenari di pandemia che mostrano perché il mondo ha bisogno di un grande riavvio.

3. Se i falsi scenari di pandemia non sono abbastanza convincenti, attendere un paio di mesi prima che si verifichi una vera crisi globale e ripetere il primo passaggio.

L’élite di Schwab e Davos ha impiegato circa sei anni per vedere la propria grande ideologia di reset passare da un minuscolo seme svizzero nel 2014 a un super fiore europeo che impollinerà l’intero globo nel 2020.

Il cosiddetto “Great Reset” promette di costruire un “mondo più sicuro, più equo e più stabile” se tutti sul pianeta accettano di “agire insieme e rapidamente per rinnovare tutti gli aspetti della nostra società ed economia, dall’istruzione al sociale. contratti e condizioni di lavoro “.

Ma sarebbe impossibile immaginare la materializzazione di un piano così completo per un nuovo ordine mondiale senza una crisi globale, sia essa provocata o un incidente che abbia scosso la società fino al midollo.
“Alla fine, il risultato è stato tragico: la pandemia più catastrofica della storia con centinaia di milioni di morti, collasso economico e sconvolgimento sociale” – Clade X Pandemic Simulation (maggio 2018)

Quindi, nel maggio 2018, il WEF ha collaborato con Johns Hopkins per simulare una pandemia fittizia soprannominata “Clade X” per vedere quanto è preparato il mondo se dovesse mai affrontare una crisi del genere.

Poco più di un anno dopo, il WEF ha collaborato con Johns Hopkins e la Bill & Melinda Gates Foundation per condurre un altro esercizio pandemico chiamato Evento 201 nell’ottobre 2019.

Entrambe le simulazioni hanno concluso che il mondo non era preparato per una pandemia globale.

Exit mobile version