Prosegue l’offensiva del gen. Haftar contro il governo di Tripoli (Libia)

Il 5 aprile 2019, l’Esercito Nazionale Libico (LNA) di Khalifa Haftar ha preso il controllo di diversi insediamenti a sud di Tripoli e si è avvicinato alla periferia meridionale della capitale libica.

Secondo fonti locali, la LNA ha preso il controllo dei villaggi di Aziziya, Suk al-Khamis, Suk al-Sabat, Sabiya, Qasr ibn Gashir e del vecchio aeroporto internazionale di Tripoli, che è stato gravemente danneggiato durante la guerra del 2014 (il traffico aereo passa attualmente attraverso l’aeroporto Mitiga).

L’avanzata è avvenuta con scontri molto duri. L’LNA ha perso durante il giorno fino a 5 combattenti  mentre circa 20 sono i feriti . Nella direzione ovest, l’esercito ha raggiunto Ayn Zara (10 km da Tripoli).

Le battaglie sono già all’intersezione Ain Zara https://twitter.com/Russ_Warrior/status/1114523511253622785, a Rabia e nell’area di CAT No. 27, così come nella base della Marina Sidi Bilal.

L’agenzia Reuters riferisce che l’attacco alla capitale  comandato dal gen. Haftar  è iniziato la sera di giovedì  4 aprile. Haftar ha annunciato allora l’intenzione di “ripulire Tripoli dai terroristi”. È così che il governo di Unità Nazionale Libico, guidata da  Saraj, viene chiamato a Bengasi.

Prima dell’inizio dell’offensiva, l’esercito di Haftar era situato a circa 60 chilometri da Tripoli. Il rappresentante di campo Ahmed Al-Mismari ha detto che la capitale del paese è sotto il controllo delle “formazioni illegali”.

comparazione dei territori conquistati dall’LNA tra il 1 gennaio ed oggi