Presidente ungherese Orban: promuovere la migrazione mette in pericolo l’Europa

Il primo ministro Viktor Orban ha incontrato questo mercoledì Marc Fromager, direttore francese dell’organizzazione “Aiuto alla Chiesa che soffre”, lo ha comunicato in una nota il capo della stampa del primo ministro.

I colloqui si sono concentrati sulle comunità cristiane perseguitate e sulla protezione dei valori tradizionali dell’Europa.

Orban e Fromager hanno convenuto che la politica di migrazione dell’Europa occidentale coincide con l'”Importare i problemi del Medio Oriente che accompagnano i migranti”

Sono stati d’accordo anche sul fatto che la Francia ha ormai “aree perse” dove ora “la legge è dettata dai predicatori salafiti” .

Fromager  ha insistito sul fatto che ogni paese dovrebbe affrontare la migrazione in base alla propria situazione, mentre “i media e Bruxelles stanno cercando di fomentare un senso di colpa negli ungheresi”.

Il direttore francese dell’organizzazione “Aiuto alla Chiesa che soffre” ha aggiunto [che ora  anche] i francesi stanno diventando  “sempre più sospettosi” dei media e sono preoccupati per l ‘”invasione dei migranti” per cui “comprenderanno facilmente che gli ungheresi hanno il diritto di proteggere i propri confini”

Read more at: https://dailynewshungary.com/orban-discusses-persecuted-christians-with-christian-charity-head-fromager/,

Orban e Fromager hanno anche convenuto che “il miglior tipo di aiuto cristiano” è lavorare per creare pace nelle aree di conflitto. I rifugiati di guerra nei campi lungo i confini delle loro terre d’origine avranno la possibilità di tornare, mentre “non torneranno mai dall’Europa” .

Per quanto riguarda la crisi demografica dell’Europa, Orban e Fromager hanno convenuto che la “promozione dell’emigrazione” da parte dell’Europa occidentale, invece di una politica che promuova la nascita dei bambini, “mette in pericolo il futuro del continente” .

Fonte: Gazzetta dell’Ungheria

Pubblicità