Peter Daszak in un video ammette “l’inserimento di proteine ​​spike” nei virus per renderlo compatibile con la specie umana

Peter Daszak – editore nella rivista scientifica  Lancet [uno zoologo britannico, consulente ed esperto pubblico in particolare della zoonosi. ] – aveva scritto un editoriale per il The Guardian dove giudicava la teoria della fuga da laboratorio come una “teoria della cospirazione” , ma nello stesso tempo aveva confermato che il suo gruppo di ricerca “ ha finanziato la ricerca sul guadagno di funzione  presso l’Istituto di virologia di Wuhan. (Tale affermazione è stata oggetto dell’articolo del 2015 sulla rivista Nature intitolata “Il virus del pipistrello ingegnerizzato suscita il dibattito sui rischi della  ricerca”).

Ma ora è sbucato fuori un video in cui Daszak conferma che i ‘colleghi cinesi’ hanno aggiunto la proteina spike ad un virus killer perchè si legasse alle cellule umane.

La scoperta è di The National Pulse. Nel video proposto, reperito dalla piattaforma Rumble, Il presidente della EcoHealth Alliance Peter Daszak, – che ha lavorato insieme  con l’Istituto di virologia di Wuhan nel gruppo di ricerca all’Istituto nazionale di allergie e malattie infettive del dottor Anthony Fauci,  riferisce che la sua organizzazione mette in atto esperimenti per vedere se virus mortali possono “legarsi alle cellule umane”, allo stesso modo di come fanno ‘i colleghi cinesi’.

Questa la traduzione della sua ammissione:

“Poi, quando ricevi una sequenza di un virus, e sembra un parente di un noto agente patogeno, come abbiamo fatto con la SARS. Abbiamo trovato altri coronavirus nei pipistrelli, un’intera serie, alcuni dei quali assomigliavano molto alla SARS. Abbiamo quindi sequenziato la proteina spike, quella che si lega alle cellule. Poi noi… Non sono stato io a fare questo lavoro, ma i miei colleghi in Cina. Crei pseudo particelle, inserisci le proteine ​​spike di questi virus, vedi se si attaccano alle cellule umane. In ogni fase, ci avviciniamo sempre di più a questo virus che potrebbe davvero diventare patogeno per l’uomo.

 

Il video è un ulteriore tassello che ricostruisce l’immagine di fondo: l’organizzazione di Fauci era pienamente cosciente con l’ EcoHealth di Daszak di cosa si faceva e che il virus è sfuggito da un esperimento.

La pubblicazione The National Pulse che ha reperito il video riferisce che il laboratorio di Wuhan ha anche menzionato il National Institutes of Health (NIH) come uno dei suoi “partner”, ma ha segretamente  cancellato questa menzione nel marzo 2021 .

Intanto, ancora oggi , la pagina di Wikipedia per “COVID-19 disinformazione “dice che la teoria del lab leak si basa su” speculazioni infondate e teorie del complotto “.

Piano tutti i nodi vengono al pettine. Non sappiamo se questa sia una campagna contro Fauci e se sì, chi l’abbia messa  in atto. Ma il video è una prova che si aggiunge alle recenti mail desegretate ed ormai la vicenda è abbastanza chiara.

patrizioricci by @vietatoparlare

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.