Parla il direttore di radio Shabelle, in Somalia: ucciso il 28 gennaio scorso.

[youtube R9e7LiioXe8]

E’ il direttore di radio Shabelle in Somalia. Mi ha commosso. Diffondiamo. Tutto il mondo ha posto tutta l’attenzione altrove ed ha lasciato la Somalia a se stessa. Quando ha avuti problemi ce ne siamo andati. Dopo aver appoggiato la dittatura di Siad Barre, lo abbiamo combattuto senza preoccuparci del dopo. Quest’uomo ci può insegnare cos’è la pace e cos’è la demovrazia. Hassan Osman Adbi è stato ucciso nella sua abitazione sabato 28 gennaio da un gruppo di uomini armati e mascherati. E’ un uomo pieno di dignità. Spero che il suo sacrificio non ci lasci quieti e che aiuti la Somalia a trovare la via della pace.

articoli correlati:

http://www.laperfettaletizia.com/2012/02/somalia-in-morte-di-hassan-giornalista.html