Pakistan: attentato terrorista contro un Hotel per colpire investitori cinesi ma i media dicono ‘separatisti’

Pubblicità

Nel pomeriggio di oggi almeno una persona è stata uccisa dopo che tre uomini armati hanno preso d’assalto un hotel a cinque stelle nella città di Gwadar, nel sud-ovest del Pakistan, il fulcro di un progetto di infrastrutture cinesi multimiliardario. Stranamente i media dipingono quest’atto omettendo la parola terrorismo. In particolare la BBC chiama gli autori del crimini ‘separatisti’ che criticano gli investimenti cinesi che non sarebbero utili al Pakistan.

Insomma per i media ISIS terrorista al nord della Siria ma non al Qaeda a sud nella provincia: allo stesso modo ‘terrorista’ l’attacco in Sri Lanka ma non quello in Pakistan.
Mentre una analisi più approfondita rivelerebbe che l’attentato fa parte di una feroce guerra ibrida contro il Pakistan per sabotare il progetto del corridoio economico cinese, del Pakistan, da $ 51 miliardi.

In linea, propongo di seguito l’articolo di Eurasia Future

@vietatoparlare

L’attacco terroristico di Gwadar mostra i doppi standard dei media internazionali

La maggior parte dei media internazionali si riferisce all’attacco di sabato all’Hotel Pearl Continental a Gwadar come commesso da “uomini armati” o “militanti” invece dei veri terroristi. La BBC ha riferito che questi uomini armati hanno scelto il loro obiettivo per uccidere cinesi e altri investitori stranieri, esponendo quindi un doppio standard comune in base al quale gli attacchi terroristici “politicamente convenienti” sono semplicemente riformulati come “sparatorie” o azioni di “militanze” mentre atti di resistenza “politicamente inopportuni” vengono macchiati come “terrorismo”.

Diversi terroristi nel pomeriggio hanno tentato di entrare nell’hotel Pearl Continental nella città portuale marittimA di Gwadar terminal appartenente al progetto China–Pakistan Economic Corridor (CPEC).  Ma la tragedia che poteva assumere proporzioni gigantesche, è stata fortunatamente evitata dopo che i servizi di sicurezza sono intervenuti riuscendo ad evacuare la maggior parte degli ospiti. La BBC ha riferito che il “Balochistan Liberation Army” (BLA) ha rivendicato la responsabilità dell’attacco e ha citato l’organizzazione terrorista  “dicendo che aveva preso di mira cinesi e altri investitori stranieri”.

[In altri termini] Questo incidente è un palese atto di terrorismo, proprio come quelli molto più devastanti che sono stati condotti contro diversi hotel e chiese nello Sri Lanka il mese scorso, ma i media internazionali stanno ricorrendo a collaudati doppi standard . Ciò è particolarmente chiaro, visto che la maggior parte di loro hanno descritto gli autori come “uomini armati” o “militanti” invece come dei veri terroristi come sono in realtà.

Questo accade perché gli attacchi terroristici sono “politicamente convenienti” per gli Stati Uniti e l’India, con questi due alleati che comandano collettivamente un’influenza impressionante nello spazio mediatico del mondo, perché ha preso di mira i civili e le infrastrutture cinesi come parte della Guerra Ibrida in corso su CPEC . Lo scopo evidente è quello di scoraggiare ulteriori investimenti e visite di uomini d’affari stranieri in questo porto strategicamente significativo dello stato nel commercio globale .

Oltre a scatenare una reazione eccessiva da parte dei servizi di sicurezza contro il Baloch locale che potrebbe essere la base su cui uno Xinjiang -come campagna di notizie false la presunzione di “campi di concentramento” e “pulizia culturale” può essere effettuata prima della possibile imposizione di sanzioni per “motivi umanitari”. Naturalmente, questo sarebbe anche eseguito in parallelo con la Guerra Ibrida  in Pakistan, facendo finta che il paese non abbia minacce terroristiche e che tutte le forme di opposizione allo stato – tra cui prendere le armi e prendere di mira i civili – siano “legittime” , specialmente se sono guidati da minoranze Pashtun o Baloch.

Pubblicità

Sulla faccia opposta della moneta, atti di resistenza “politicamente scomodi” come quello che stanno facendo i Kashmiri e i palestinesi contro i loro occupanti indiani e ” israeliani ” (partner strategici militari e  entrambi alleati degli Stati Uniti ) sono macchiati di “terrorismo” anche se prendono di mira solo soldati e unità paramilitari. Un altro doppio standard è che i media internazionali di solito chiedono alle principali economie mondiali di investire in regioni “del Sud” sottosviluppate, tuttavia questi stessi punti di informazione stanno ora dando “legittimità” alla crociata terroristica della BLA contro l’ iniziativa Cintura e strada della Cina (BRI) nonchè  gli investimenti nel Belucistan pakistano perché serve ai grandi obiettivi strategici degli Stati Uniti. Detto questo, anche il consumatore di informazioni più disinvolto deve percepire di essere manipolato dopo che il mondo ha condannato gli attacchi terroristici del mese scorso negli hotel dello Sri Lanka, ma ora è in silenzio sull’ultimo PC Gwadar del Pakistan.