Omicidio Nemtsov: militanti del Battaglione Doudaïev sono sospettati dell’omicidio

Adam Osmaev, comandante ceceno del Battaglione Doudaïev.

Adam Osmaev, comandante ceceno del Battaglione Doudaïev.

Militanti del Battaglione Doudaïev sono sospettati dell'omicidio di Nemtsov 

2 marzo 2015 –

L'indagine sull'omicidio di Nemtsov si orienta verso la possibilità che il reato sia stato organizzato dal comandante del battaglione ceceno Dudayev, Adam Osmaev, il cui nome era apparso anche nel caso del tentativo di assassinio di Vladimir Putin. 

Gli investigatori studiano la possibilità che i militanti, che hanno combattuto contro le repubbliche popolari del Donbass ( RPD e RPL ) abbiano effettuato questa operazione per conto dei servizi segreti ucraini, con l'idea che l'assassinio del leader dell'opposizione screditerebbe i dirigenti russi e destabilizzerebbe la situazione politica. 

Una fonte nella polizia ha dichiarato ai media che gli investigatori hanno le prove che i servizi segreti ucraini hanno svolto un ruolo nell'assassinio di Nemtsov. Il giorno dell'assassinio, il portavoce della commissione d'inchiesta Vladimir Markin, ha annunciato che gli investigatori studiano la possibilità che l'omicidio era destinato a destabilizzare la situazione politica nel paese. 

" L'omicidio è forse una provocazione pianificata da persone senza scrupoli sulla scelta di metodi politici, per destabilizzare la situazione, facendo di Nemtsov una sorta di agnello sacrificale ", ha dichiarato Markin all'Izvestia. 

Gli investigatori seguono anche altre piste: l'estremismo politico, il mondo degli affari e la situazione personale. Tuttavia, a giudicare la qualità della preparazione e della messa in opera, l'operazione è di professionisti. Secondo l'Izvestia, il killer ha sparato a Nemtsov solo qualche decina di metri dal Cremlino, e si è appreso in seguito che l'assassinio ha avuto luogo in un posto dove non c'era la telecamera di sorveglianza. Inoltre, hanno scelto un momento della giornata in cui non ci sono ingorghi di traffico, ma allo stesso tempo con il traffico sufficente nel centro affinché l'auto degli assassini potesse perdersi tra gli altri veicoli. 

La polizia sta indagando sul possibile coinvolgimento dei servizi speciali ucraini nell'assassinio. I banditi hanno forse effettuato una missione affidata dai servizi segreti ucraini, vendicando allo stesso tempo, la morte del loro ex capo Isa Munaev. E'stato ucciso il 1 ° febbraio, durante la Battaglia di Debaltsevo, a segueto del quale Adam Osmaev ha preso il comando del battaglione. 

Il battaglione Dudayev, un sedicente battaglione di mantenimento della pace internazionale, scontri si batte infatti con l'Ucraina ed era stato formato da Munaev, nel marzo 2014. Munaev ha combattuto nella prima campagna cecena contro le forze russe e, dopo il 1999, si autoproclamò comandante del settore Sud-Ovest ed ha partecipato all'organizzazione di atti terroristici. 

Munaev è fuggìto dalla Cecenia nel 2006 ed è andato in Danimarca dove ha ottenuto asilo. Ha fondato il Caucaso libero che, secondo i servizi segreti, finanzia i terroristi. Quando nel 2014 il governo ucraino ha lanciato l'ATO 

( operazione anti-terrorismo ) contro la RPD e la RPL, Munaev si è recato in Ucraina e ha annunciato la formazione del suo battaglione. Secondo fonti russe, è stato personalmente invitato in Ucraina da Igor Kolomoisky che ha finanziato il battaglione. Il nucleo del battaglione era composto da immigrati ceceni in Danimarca e cittadini che appartenevano a organizzazioni terroristiche in altri paesi. 

Isa Munaev era uno di quelli che, come i comandanti dei battaglione Azov e Dnieper, hanno sostenuto il terrorismo in Russia e che Ramzan Kadyrov, presidente della Cecenia, ricerca. 

I servizi segreti russi stanno cercando di stabilire il numero di persone che hanno partecipato alla preparazione ed alla realizzazione dell'assassinio di Nemtsov. Non si può escludere la possibilità che, in aggiunta agli assassini ed alle vedette, ci sono stati anche osservatori a Mosca per valutare sul posto le conseguenze del delitto e la sua ricaduta politica. Uno di loro potrebbe essere il deputato ucraino Aleksey Goncharenko. Gli esperti che l'Izvestia ha intervistati pensano che la pista del coinvolgimento dei servizi segreti stranieri è credibile. 

Commento di J. Hawk ( trad. dal russo all'inglese ): 

Se è vero, questo sarebbe stato senza dubbio il più terribile colpo che i servizi segreti ucraino avrebbero potuto portare alla Russia, perché combina diversi effetti disastrosi. Non è solo il peggiorare ulteriormente le relazioni della Russia con l'Occidente, ma ha anche il potenziale di compromettere la pace in Cecenia e fomentare sentimenti anti-ceceni in Russia. Inoltre, numerosi membri dell'opposizione liberale in Russia ( in particolare Aleksey Navalnyy ) sono ferocemente anti-ceceni ( e anti-minoranze in generale ) e sostengono il nazionalismo etnico russo. 

Infine, i nazionalisti ucraini hanno più di una volta richiesto la ripresa del jihad contro la Russia e ha applaudito l'attentato dei militanti islamici a Grozny, qualche mese fa. 

Tradotto da Dominique Muselet, letto da dd e Diane per francofono il Saker 

Fonte: http://lesakerfrancophone.net/des-militants-du-bataillon-doudaiev-sont-soupconnes-de-lassassinat-de-nemtsov/ 

Trad.kefos93 per www.comedonchisciotte.org

Exit mobile version