Notizie dalla Cina….

1. Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti è in trattative con Huawei e gli avvocati del suo CFO Meng Wanzhou per un accordo che potrebbe consentirle di tornare in Cina. Meng Wanzhou è stato arrestata all’aeroporto internazionale di Vancouver nel dicembre 2018 su mandato degli Stati Uniti con l’accusa di frode con l’accusa di aver fuorviato la banca britannica HSBC sui legami commerciali di Huawei in Iran.

Gli Stati Uniti sono ora pronti a porre fine alla richiesta di estradizione e al perseguimento del Maine se si dichiara colpevole e paga una pesante multa. Dopo l’arresto di Meng, la Cina ha arrestato due canadesi, condannando da uno a 11 anni di carcere per spionaggio in quella che sembrava una rappresaglia. La liberazione del Maine potrebbe essere l’inizio di una revisione cinese del caso contro i canadesi.

2. Il 15 settembre 2021 è stato un giorno significativo. La creazione di AUKUS ha mostrato che il crescente potere della Cina sta attualmente provocando una reazione politico-militare davvero dura e strutturale.

La decisione dell’Australia di rescindere un contratto da 66 miliardi di dollari firmato con la Francia nel 2016 per l’acquisto di una nuova flotta di sottomarini diesel-elettrici sottolinea le crescenti preoccupazioni a Canberra per le crescenti capacità navali della Cina. Il governo australiano ha deciso che solo i sottomarini nucleari nascosti possono fornire la vera capacità navale di cui ha bisogno a lungo termine.

In realtà c’è ancora molta strada da fare prima che il nuovo accordo sui sottomarini diventi realtà. L’Australia deve uscire dall’accordo con la Francia, decidere come alimentare i suoi nuovi sottomarini nucleari con uranio altamente arricchito e dissipare le preoccupazioni dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica sul precedente che l’accordo sta creando.

L’accordo ha permesso al presidente Biden di inviare il messaggio che l’America era effettivamente tornata, appena tre settimane dopo il famigerato ritiro dall’Afghanistan. E gli ha dato l’opportunità di ricordare al mondo che l’Indo-Pacifico è il luogo in cui gli Stati Uniti concentreranno i loro maggiori sforzi in futuro.

Per molti in Cina, AUKUS ora riafferma la convinzione che gli Stati Uniti e i suoi principali alleati siano determinati a contenere la crescita della Cina nel proprio cortile, dove credono di avere il diritto di mostrare i muscoli. Per altri, confermerà che Xi Jinping è andato troppo oltre, e la Cina sta ora pagando il prezzo per la sua strategia assertiva. L’UE si presenta come un osservatore esterno ed è mal preparata alla competizione geopolitica insita in questo nuovo contesto strategico.

Ci si aspetta, una volta che la polvere si sarà calmata dopo questi giorni stressanti, che gli Stati Uniti e il Regno Unito cerchino di trovare modi per coinvolgere la Francia e i suoi partner dell’UE in un approccio transatlantico significativo e condiviso all’Indo-Pacifico.

3. La Cina ha ufficialmente presentato domanda di adesione al patto commerciale Asia-Pacifico (CPTPP). Cosa significa per la RPC tentare di unirsi a un blocco commerciale che il governo degli Stati Uniti una volta ha definito “l’equivalente di un gruppo di battaglia di portaerei” per promuovere gli interessi regionali degli Stati Uniti?

Firmato da 11 paesi dell’Asia-Pacifico nel 2018, il partenariato è il più grande patto di libero scambio nella regione e rappresenta circa il 13,5% dell’economia globale. Nel corso della sua storia, il CPTPP si è posizionato come un modello alternativo guidato dagli Stati Uniti per le iniziative economiche dell’Indo-Pacifico della Cina come la Belt and Road. Nel 2017, sotto il presidente Trump, l’America si è ritirata dal CPTPP.

Ma la questione non è nella vera agenda economica della Rifondazione. Il costo dell’adesione al CPTPP è del tutto inimmaginabile per il suo sistema politico. Ciò richiederebbe alla Cina di riformare strutturalmente il suo modello di stato capitalista, cosa che semplicemente non farà mai.

La domanda di adesione è una falsa pista con diversi motivi. Innanzitutto, impedisci a Taiwan di aderire al CPTPP. La RPC obbliga i partecipanti a scegliere tra le due Cina. Presentandosi come impegnata nella cooperazione economica, la RPC può posizionarsi come partner alternativo degli Stati Uniti nella regione.

4. Infografica. Il layout del numero di navi (tipo / classe) nelle forze navali del PLA, USA, Giappone, Australia, India, Gran Bretagna, Francia.

6162017 10001

5. La Cina lancerà il primo reattore al torio al mondo a settembre. Secondo la RPC, si tratta di un nuovo tipo di combustibile nucleare ecologico e sicuro. Il reattore funzionerà con una miscela di torio e sale. Un tale reattore, in particolare, non necessita di acqua per il raffreddamento.

Un prototipo con una capacità di 2 MW sarà lanciato nella città di Wuwei. In precedenza, gli Stati Uniti hanno anche cercato di addomesticare il torio per l’energia nucleare, ma hanno dovuto affrontare la corrosione e la debole radioattività del torio. È noto che gli scienziati cinesi hanno utilizzato gli sviluppi americani.

6. Dal 2002, la Russia ha costantemente mantenuto un atteggiamento positivo nei confronti della Cina, con una media del 64% dal 2002 al 2018. Allo stesso modo, le persone in Cina hanno storicamente avuto una visione positiva della Russia.

Gli aspetti economici e politici delle relazioni sino-russe giocano un ruolo in queste classifiche: la Cina è stata il maggior partner commerciale della Russia nel 2017, mentre la Russia ha importato 43,8 miliardi di dollari di beni cinesi, quasi il doppio di quello della Germania (27,2 miliardi di dollari). Anche le questioni energetiche e di sicurezza colpiscono l’opinione pubblica: nel maggio 2014 Cina e Russia hanno firmato un accordo da 400 miliardi di dollari per fornire gas naturale dalla Siberia alla Cina. Nel 2016 la Russia ha superato l’Arabia Saudita ed è ora il principale fornitore di greggio alla Cina.

6163820 8001

7. Il ministro del commercio della Repubblica popolare cinese, Wang Wentao, ha inviato una lettera al ministro del commercio e della crescita delle esportazioni della Nuova Zelanda, Demien O’Connor, con la richiesta di aderire all’accordo globale e progressivo sulla Pacific Partnership (TPTP). Ora i paesi che partecipano alla partnership rappresentano circa il 13% del PIL mondiale. La cifra è significativa, ma molto più importante è che il VPCCI è una continuazione diretta della Trans-Pacific Partnership (CCI).

La CCI è stata convocata dagli Stati Uniti come un’alleanza anti-cinese. Tuttavia, in seguito gli Stati Uniti si sono ritirati dall’accordo e ora la nuova partnership dovrà fare i conti con la richiesta di Pechino. Perché la stessa Cina potrebbe averne bisogno?, ha detto a Chinalogist Vladimir Petrovsky, capo ricercatore del RAS IFES.

6165044 10001

8. E’ appena iniziata l’installazione delle torri 5G e il 6G è già in pieno svolgimento. Come previsto, Cina, Stati Uniti e Giappone condividono i primi tre posti per i brevetti. La gara non è stata annullata.

6172901 10001

9. Il quartetto anti-cinese QUAD – USA, Giappone, Australia, India prevede di creare catene di fornitura di semiconduttori sicure su scala globale. L’obiettivo senza nome è la Cina, che sta vivendo una grave carenza di semiconduttori nell’industria a causa del fatto che fino a poco tempo fa era orientata verso fornitori stranieri, inclusi e principalmente quelli di Taiwan. Le aziende cinesi che cercano di sfondare il blocco tecnologico sono sistematicamente sottoposte a pressioni di vario genere da parte degli Stati Uniti, anche su scala globale.

10. L’amministrazione fiscale generale della RPC ha annunciato che inizierà a controllare regolarmente attori, star e blogger per i pagamenti delle tasse. L’azione delle autorità ha fatto seguito alla pubblicazione di due raccomandazioni degli organi di governo del partito che chiedevano la regolamentazione della governance e l’innalzamento degli standard etici nel campo della televisione, dei media e dei social network.

11. L’aeroporto di Longtian (provincia di Fuzhou) continua a essere ricostruito da maggio 2020 ad oggi (ampliamento della pista, piazzale, costruzione di una nuova torre di controllo, ammodernamento degli hangar, ecc.) nell’interesse delle forze armate cinesi. Si trova a soli 170 km dall’isola di Taiwan.

6181289 10001

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.