“Noi dell’Organizzazione mondiale della sanità non sosteniamo i lockdown come mezzo principale di controllo di questo virus”

Anche per l'OMS i lockdown eccessivi non servono, i blocchi , più leggeri vanno affiancati con politiche idonee

In Italia continuano i lockdown. A detta delle task force di esperti e del nostro governo, essi sono necessari per rallentare la pandemia, altrimenti il nostro sistema sanitario andrebbe al collasso. Però a fronte della crescente opera di colpevolizzazione della popolazione, è evidente ormai a tutti che le politiche di restrizione sono le uniche adottate. Di adozione di cure precoci neanche l’ombra, idem mettere mano a organizzazione, sanità e trasporti. Non parliamo poi di rafforzamento del sistema immunitario, questo è come dire ‘stregoneria’. L’unico metodo del governo italiano per abbattere la curva del contagio è innanzitutto colpevolizzare la collettività e l’adozione di politiche draconiane di blocchi sulla popolazione.

Eppure sono tantissime le voci dissenzienti che si discostano dal coro unanime dell’ufficialità’. Purtroppo chi è al di fuori della narrativa ufficiale – anche se equipaggiato con solidi argomenti –  ha sempre meno diritto di parola e viene criminalizzato. Ma anche la stessa Organizzazione Mondiale della Sanità – che è una istituzione che pensa solo alla salute – nutre forti dubbi e  sconsiglia l’adozione di blocchi eccessivi.

In proposito, è interessante quanto detto dal dott. David Nabarro – che da febbraio 2020 lavora con l’OMS per affrontare la pandemia COVID-19 .

Ecco il passaggio nella video-intervista con SPECTATOR (vedi qui):

[su_section border=”3px double #ffe01c” margin=”20px 0″] [su_quote]DAVID NABARRO : Voglio ripeterlo: noi dell’Organizzazione mondiale della sanità non sosteniamo i lockdown come mezzo principale di controllo di questo virus. [. . .] All’inizio del prossimo anno potremmo raddoppiare la povertà mondiale. Potremmo avere almeno un raddoppio della malnutrizione infantile perché i bambini non ricevono i pasti a scuola ei loro genitori e le famiglie povere non possono permetterselo.

Questa è una terribile, orribile catastrofe globale, in realtà. E quindi ci appelliamo davvero a tutti i leader mondiali: smetti di usare il blocco come metodo di controllo principale. Sviluppa sistemi migliori per farlo. Lavore insieme e imparare gli uni dagli altri [questo è il metodo migliore]. Ma ricorda, i lockdown hanno solo una conseguenza che non devi mai, mai sottovalutare, e cioè che renderà i poveri molto più poveri.[/su_quote][/su_section]

David Nabarro non ha detto sciocchezze, The Lancet mostra che  265 milioni di persone  affronteranno presto una grave insicurezza alimentare a causa di questi blocchi. Mentre un’altra ricerca dimostra che  125.000 bambini dovrebbero morire di malnutrizione a causa dell’adozione di lockdown estremi.

Le conseguenze dei blocchi saranno pesantissimi e si continuano ad attuare con assoluta leggerezza per l’economia , con ricadute negative sulla salute e sulla vita umana. Neanche a dirlo, Bruxelles vede la grave crisi come l’occasione propizia per insediare il suo ‘stato di diritto’, ovvero l’occasione propizia per imporre un cambiamento antropologico economico e sociale all’insegna del suo ‘News Deal’. Se facciamo come dice, si formerà una Next Generation più giusta, più aperta, tecnologica e green. Il nostro governo ‘illuminato’ asseconda le menti più progressiste di coloro che hanno fatto l’Europa  ed ora vogliono fare gli europei.

patrizioricci by @vietatoparlare

Exit mobile version