Uccidere la verità è terrorismo

Il New York Times, all’inizio di dicembre 2018, pubblicò un articolo di 5000 parole che delineava come la propaganda russa, sostenuta da media indipendenti, distruggesse la comprensione da parte degli americani di ciò che è reale e vero. Questa volta non sono stato citato personalmente come l’anno scorso quando Newsweek, il Washington Post, Politico e The Hill mi hanno nominato agente russo.

Le ore infinite con gli investigatori federali hanno iniziato a ricreare un senso di realtà. Cominciarono davvero a capire che sono loro quelli che sono stati le vittime, alimentati da una narrazione di menzogne ​​per anni. E ‘stato incoraggiante.

In particolare, i tempi sono cambiati dopo l’abbattimento del’ MH17, l’avvelenamento di Skripal, o qualunque cosa fosse, vari attacchi di gas, i presunti brogli elettorali, incolpando la Russia per aver reso difficile rendere credibile la loro versione.

Da parte mia, faccio affidamento sulla mia esperienza non solo come giornalista o diplomatico, ma in oltre trent’anni nella comunità dei servizi segreti.

Prendiamo l’MH17. Sono stato personalmente coinvolto in negoziati con il governo malese per istituire una task force per investigare in modo indipendente. Gli investigatori olandesi, secondo la Malaysia, erano predeterminati a incolpare la Russia. Una squadra fu riunita, incluso me ed un ex FBI, uno studio legale di alto livello e altri a VT, ma la Malesia fu minacciata dagli Stati Uniti che se avessero iniziato questa indagine, gli Stati Uniti avrebbero reagito economicamente.

Ho tutti i documenti e la corrispondenza, non è che questo genere di cose non succeda ogni giorno. Chiediamo sempre, a chi giova? La risposta è stata facile, agli estremisti che avevano preso il potere in Ucraina e membri canaglia di organizzazioni militari con strutture in Azerbaigian e altrove. L’intelligence aveva da tempo organizzato una cospirazione dietro l’abbattimento di MH17 e il governo malese era la vittima principale, ma era stato estorto, minacciato, intimorito fino ad essere costretto ad arretrare dal cercare giustizia.

Vediamo ora al-Qaeda . Non è solo un’affermazione che non esiste qualcosa come al Qaeda. Il conduttore americano di Osama bin Laden è un amico intimo. Conosco i più importanti servizi di intelligence e militari pakistani dell’epoca e ho discusso di questo con loro, compreso il direttore generale dell’ISI Hamid Gul, un redattore di Veterans Today per quasi un decennio.

Era sempre lo stesso, la CIA formava al Qaeda e non c’è mai stato un gruppo terroristico mondiale che  isolato che abbia preso di mira gli Stati Uniti. Prendiamo ad esempio al Qaeda nello Yemen.

Ci sono stati incontri, anni fa, su come giustificare un maggiore coinvolgimento americano nella regione. La decisione è stata presa per nominare alcune tribù nello Yemen “al Qaeda”, le tribù sono state scelte a caso. Quindi il GWOT (Global War on Terror) potrebbe versare fondi nello Yemen e far sì di aiutare l’interferenza saudita nei loro affari, la qual cosa  succede ancora oggi.

Come nota a margine, è stato 18 mesi fa che Veterans Today ha affermato che gli Stati Uniti stavano armando e alimentando aerei sauditi che bombardavano civili nello Yemen. Solo pochi giorni fa, è stato annunciato, infine, che gli Stati Uniti lo avevano fatto illegalmente con i finanziamenti americani “fuori dai libri [contabili]”. Immagina, chi meriterebbe meno denaro se non l’Arabia Saudita, in particolare nei loro sforzi per uccidere i civili usando le  armi americane ?

Possiamo passare agli attacchi del gas siriano. I media russi sono stati accusati di aver inventato teorie cospirative per giustificare il loro aiuto alla Siria nel bombardare a casaccio cittadini siriani, anche in zone sotto il controllo del governo, senza alcuna ragione se non “questo è ciò che fanno i russi”.

Come combatti la logica in quel modo, in particolare quando non viene presentata assolutamente nessuna prova?

pubblicità

Questo è il New York Times, ma è anche l’amministrazione Trump. Si noti che l’amministrazione Obama non ha mai attaccato il governo di Damasco.

Potremmo passare all’evento “Skripal”. È facile capire perché è nelle notizie americane. Immagina il veleno più potente che si possa immaginare, il gas VX, qualcosa che Stati Uniti e Israele hanno prodotto per anni e che ancora conservano, secondo le nostre fonti, in Romania, Georgia e Libia meridionale.

Tuttavia, quando una ex “spia” russa di nome Skripal e sua figlia si ammalarono – e io suggerisco di intossicazione alimentare o qualcosa di simile – doveva essere la Russia e doveva essere “Novachuk”, l’agente chimico russo reso famoso nel videogioco  Call of Duty .

Il problema è che gli Skripal sono sopravvissuti e, in effetti, non ci sono prove che siano mai stati malati in primo luogo. Non ci sono registrazioni di cure mediche, nulla di presentato, nessuna analisi chimica e l’altro “fatto”, per così dire, che VX uccide in meno di 3 secondi il 100% delle volte.

Entrambi gli Skripals sono vivi e stanno bene.

Poi c’è il curioso fatto che trascinando questa storia ha preso il coinvolgimento di Saudi / Trump nello strangolamento e lo smembramento di un corrispondente del Washington Post chiamato Khashoggi dai media. Persino la CIA dice che l’Arabia Saudita lo ha fatto e le loro intercettazioni dicono che era sull’ordine diretto del principe ereditario saudita, comunemente noto come MBS.

Poi di nuovo, è il regime di Trump a pagare per alimentare gli aerei sauditi che bombardano lo Yemen e la famiglia Trump con un recente contratto da 800 milioni di dollari in Arabia Saudita per progetti che non sembrano coinvolgere niente di più che i soldi per Jared Kushner. Niente deve essere costruito o gestito, solo un contratto per l’Arabia Saudita per pagare i Trump quasi un miliardo di dollari per servizi senza nome.

Trump viene pagato per gasare gli aerei sauditi che terrorizzano lo Yemen?

Ciò che abbiamo sono accuse e affermazioni da parte di un’organizzazione stampa, una delle tante che sembra agire “su richiesta” per mantenere una finta narrativa.

La stampa non chiede mai “perché”. A loro non importa. Riferiscono ciò che viene detto loro di riferire, inventano fonti, non si lamentano mai della mancanza di prove e ora piangono come bambini quando nessuno li crede.

Per coloro che effettivamente siedono negli incontri, chi ha guardato i documenti, il radar tracking e testimoni intervistati su MH17 e altri eventi, la stampa soffre di una vergognosa mancanza di interesse nella realtà.

Ad esempio, solo pochi giorni fa si è scoperto che un distretto nella Carolina del Nord aveva effettivamente contato i voti prima di un’elezione, non solo i primi scrutini, ma aveva espresso i totali prima del voto. Quella storia è stata rimossa dai media mainstream solo poche ore dopo che è stata segnalata.

E ‘stato Trump ad essere coinvolto, ma le organizzazioni giornalistiche presumibilmente contrarie a Trump lo hanno coperto, come fanno sempre. L’intera faccenda, la guerra alla stampa, tutto falso o quasi falso? È certamente falso l’unica domanda è quanto falso?

Poi di nuovo, c’è questa spiacevole realtà. Coloro che governano, quelli che riferiscono, quelli che fanno la guerra, coloro che traggono profitto, quelli che fanno sanguinare il mondo per  i creatori di misfatti  sono persone raramente gravate da problemi di moralità o di valori.

Diciamo “di rado”, non “mai”.

Ogni problema può essere capito abbastanza facilmente. Ci sono fatti, ci sono motivi, ci sono prove. Nessuno di questi viene mai fatto riferimento o discusso, solo “credenza” e “opinione”.

Il credo e l’opinione sono così soggetti alla manipolazione e al controllo e con ciò lo svilimento dell’umanità e il ciclo di entropia, guerra, povertà, fame e paura. Alla fine, una domanda sopravvive su tutti gli altri, chi ci guadagna? Non sarà mai chiesto.

Gordon Duff è un veterano della guerra del Vietnam che ha lavorato per decenni su veterani e prigionieri di guerra e si è consultato con i governi sfidati da problemi di sicurezza. È un editore senior e presidente del consiglio di   Veterans Today , in particolare per la rivista online ” New Eastern Outlook “.

Source link