Macron critica gli Usa: usano doppi standard

Macron, pur con tutte le sue pecche, mostra con questa sua ultima presa di posizione come il sistema francese possa esprimere -almeno parzialmente – una sua posizione sovrana rispetto agli Stati Uniti.

Ovviamente, la stessa cosa non si può dire per l’Italia, come abbiamo visto con il nuovo governo, che doveva essere un governo in discontinuità ad una accondiscendenza atlantista ed europeista a “prescindere”.

Ma ecco da Bloomberg cosa succede oltralpe:

Il presidente francese Emmanuel Macron ha criticato le politiche commerciali ed energetiche degli Stati Uniti per aver creato “un doppio standard” con l’Europa, mentre aumenta il risentimento per il prezzo economico che il continente sta pagando a causa della guerra della Russia in Ucraina.

“L’economia nordamericana sta facendo scelte per motivi di attrattiva, che rispetto, ma creano un doppio standard” con prezzi dell’energia più bassi sul mercato interno, mentre vende gas naturale in Europa a prezzi record, ha detto Macron in una conferenza stampa a Bruxelles a seguito di un incontro dei leader dell’Unione Europea.

“Inoltre consentono agli aiuti di Stato di arrivare fino all’80% in alcuni settori mentre sono vietati qui: ottieni un doppio standard”, ha aggiunto. “Dipende dalla sincerità del commercio transatlantico”, ha aggiunto.

L’UE ha criticato il pacchetto di stimolo statunitense noto come Inflation Reduction Act, che fornisce sussidi per le auto elettriche prodotte in Nord America e fornisce ciò che i funzionari europei affermano essere un sostegno ingiusto all’economia verde.

Venerdì, Macron ha definito Stati Uniti e Norvegia produttori di energia che realizzano “i veri superprofitti” beneficiando di “reddito da guerra geopolitica”. Ha detto di aver discusso l’argomento “in modo amichevole” con le sue controparti statunitensi e norvegesi. (Fonte: Bloomberg)

Ci sono voluti 8 mesi di guerra prima che i leader europei si svegliassero e dicessero apertamente quanto noi sosteniamo da prima ancora del 24 febbraio: che questa guerra e questa crisi energetica stanno unicamente favorendo gli USA.

Finora, chi sosteneva questa tesi pur confortato da dati solidi, veniva chiamato “putiniano” e “traditore della patria”. Oggi, a poco a poco, tutti lo ammettono. Purtroppo, il danno è ormai fatto ed è irreparabile.

E con candore e completa chiarezza, criticando il “doppio standard sugli aiuti di stato” Macron ammette senza problemi che la politica UE é decisa in USA e su modelli USA… (Si, anche la demolizione della sanità pubblica in tutta Europa per arrivare a modelli assicurativi, anche lo scadere dell’istruzione e quello dello Stato Sociale) cit.Chiara Favi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.