Ma gli esperti non sanno leggere i grafici!?

Markus Soeder

Markus Soeder wikipedia common

Sembra assurdo ma c’è una situazione comune in tutti i paesi EU: il grafico che rappresenta i nuovi ‘casi’ si impenna mentre i decessi sono contenuti, Cosa vuol dire? Apparentemente vuol dire che l’allarmismo è eccessivo, che i contagi – che coinvolgono in misura crescente tutta la popolazione – avvengono, per un qualche motivo, anche più di prima. Allora dovrebbe passare in testa a un qualche esperto che, probabilmente, più ci si vaccina e più aumentano i casi, Questo non vuol dire che la situazione non sia migliorata con i vaccini: infatti ci sono meno decessi. Come agire allora? Beh, anzitutto cominciando con il riconoscere che addossare la colpa a una parte della popolazione, non tiene conto della realtà dei dati.

“Vaccinato, guarito o morto”

L’Europa è nel panico per il Covid. Più vaccinazioni ci sono, più test PCR sono positivi. Quello che nessuno in Europa è ancora pronto a riconoscere è che il maggior numero di vaccinazioni potrebbero essere la causa stessa dell’aumento del numero dei test positivi, e le vaccinazioni sono una strada senza uscita per ricominciare. I vaccini attuali non elimineranno il Covid. (…)

Ma nessun politico o esperto di salute vuole affrontare anche la possibilità che sia così.(…) Devono continuare a usare i vaccini mRNA, ancora  e sempre di più, i booster 3,4,5 ecc., ed è vietato loro usare qualsiasi altro approccio – farmaceutico.

È un po’ divertente vedere questo completo fallimento crollare, ma solo se si ignorano le morti e la miseria che ne sono derivate.

I cordoli attualmente in vigore in Germania per arginare la diffusione di Covid-19 non sono sufficienti, secondo quanto riferito dalla cancelliera uscente Angela Merkel ai leader del suo partito conservatore CDU; la stessa ha detto che le nuove infezioni “raddoppiano” ogni 12 giorni. “Siamo in una situazione altamente drammatica. Ciò che è stato messo in atto ora non è più sufficiente”, ha affermato la Merkel, secondo quanto riferito dall’AFP.

Nuovi casi sono in aumento in Germania, anche tra gli anziani, che sono stati i primi a farsi vaccinare all’inizio del 2021. [..] Una riunione dei governi federale e statale la scorsa settimana ha stabilito nuove norme che, secondo alcuni resoconti dei media, hanno già portato la Germania vicino a un blocco completo per i non vaccinati.

Il ministro della salute della Merkel cerca di fare meglio. E la maggior parte delle persone gli crederà, come credono a tutte le sciocchezze provenienti dai politici dell’UE, che non ammettono mai di aver fallito con il Covid, ma trovano sempre qualcuno o qualcos’altro da incolpare.

I tedeschi saranno “vaccinati, curati o morti” entro la fine dell’inverno – ha detto il Ministro.

Il ministro della Sanità tedesco Jens Spahn ha affermato che nei prossimi mesi , tutti saranno immunizzati o soccomberanno al coronavirus mentre ha esortato il pubblico a farsi vaccinare. “Probabilmente entro la fine di questo inverno, come a volte si dice cinicamente, praticamente tutti in Germania saranno vaccinati, guariti o morti “, ha detto Spahn lunedì.

Il ministro-presidente della Baviera Markus Soeder ha dichiarato venerdì che il tasso di incidenza dell’infezione misurato su sette giorni è “salito alle stelle” tra i non vaccinati. “Credo che alla fine non eluderemo l’obbligo generale di vaccinazione”, ha detto. Una retorica simile è stata recentemente utilizzata dal primo ministro ungherese Viktor Orban. Egli parlando venerdì a radio Kossuth , si è scagliato contro gli anti-vaccinisti, bollandoli come una minaccia e dicendo che “si renderanno conto che dovranno vaccinarsi o moriranno”.

Germania. Popolazione 84 milioni.

Test: 81 milioni. Test positivi 5,2 milioni (6,2%). Questi sono etichettati come “casi”, ma è solo retorica. Sono test PCR positivi, alias “infezioni”, e c’è qualcosa di sbagliato in quei test per quanto riguarda i falsi positivi, anche gli Stati Uniti sembra abbiano deciso di smetterla di usarli tra poche settimane.

In realtà, gran parte di quel 6,2% della popolazione è mai risultata malata di Covid se non positivo al test. E il 93,8% dei tedeschi non è mai risultato positivo, figuriamoci se è corretto dire che quella prima fascia di persone sono diventate un “caso”. Ad oggi, i decessi ammontano a 99.000, ovvero lo 0,0011% della popolazione. E non tutti sono morti per Covid, sono morti con il virus, ma avevano altre patologie. E come in tutto il mondo, il 90% di questi sono deceduti con, e non esclusivamente per il virus. Il resto sono molteplici comorbilità, persone con + di 85 anni e questo più o meno ovunque.

Sì, ci sono molti test positivi (nota: non “casi”). Aumentano con il numero di vaccinazioni, che qualcuno voglia che sia vero o no. Ma se si osservano le statistiche parlano chiaro.

Nello stesso tempo vediamo che il numero dei decessi è contenuto.

Questa è l’immagine non solo della Germania, ma della situazione di tutta l’Europa pesantemente vaccinata (e allora perché il panico?). È solo che nessuno ha il coraggio di unire i puntini e agire di conseguenza. E poi ci sono dimostrazioni, proteste e rivolte. Ed i politici se a prendono con i cittadini.

Ma chi incolpare per questa inettitudine e fallimenti? I politici falliti ed “esperti” o le persone le cui vite sono cambiate per sempre da questi fallimenti? Domanda onesta.

fonte: The automatic earth

Exit mobile version