L’ultima mossa di Trump: gli Houti dello Yemen dichiarati gruppo terroristico

Mentre la rivolta del Campidoglio viene istericamente paragonata dalla classe politica e dai media come la nuova Pearl Harbor e la ‘notte dei cristalli’ , l’amministrazione Trump ha fatto qualcosa di molto, molto peggio che sta ricevendo molto meno attenzione. Il Dipartimento di Stato americano ha ufficialmente annunciato la propria intenzione di designare i ribelli Houthi dello Yemen come gruppo terroristico. Le organizzazioni umanitarie hanno condannato questa decisione in quando renderà più difficile fornire aiuti a una popolazione che è già stata brutalizzata dalla peggiore atrocità di massa nel mondo intero, un’atrocità guidata dai sauditi che non potrebbe verificarsi senza l’aiuto dell’Occidente, alleanza di potere. Stiamo già vedendo alcuni effetti di questa designazione.


Cordiali saluti, l’ultima mossa di Trump nello Yemen è di gran lunga peggiore della rivolta del Campidoglio

Il Dipartimento di Stato americano ha annunciato ufficialmente la sua intenzione di designare gli Houthi dello Yemen come gruppo terroristico, come molti avevano precedentemente avvertito . Le organizzazioni umanitarie hanno condannato la mossa in quanto renderà più difficile fornire aiuti a una popolazione che è già stata brutalizzata dalla peggiore atrocità di massa nel mondo intero, un’atrocità guidata dai sauditi che non potrebbe verificarsi senza l’aiuto dell’Occidente. alleanza di potere.

Stiamo già vedendo alcuni effetti di questa designazione.

La designazione del terrore ostacolerà gli sforzi degli enti di beneficenza internazionali che forniscono cibo alle aree controllate dagli Houthi, dove vive il 70% della popolazione dello Yemen e la malnutrizione è la più diffusa.

Le agenzie umanitarie temono che il loro lavoro nello Yemen settentrionale sarà ora criminalizzato poiché gli Houthi sono l’autorità con cui devono trattare e fare transazioni. Le designazioni di terrorismo degli Stati Uniti aprono sanzioni a tutti gli individui o entità che fanno affari con i marchi di Washington come terroristi.

Pompeo ha detto che saranno previste esenzioni per i beni umanitari. Ma qualsiasi ulteriore blocco stradale per le agenzie umanitarie causerà maggiori sofferenze nello Yemen poiché la situazione è disastrosa. “Anche con le esenzioni, l’operazione sarà compromessa”, ha detto Janti Soeripto, presidente di Save the Children, secondo AP News .

Le Nazioni Unite  stimano prudentemente  che circa 233.000 yemeniti siano stati uccisi nella guerra tra gli Houthi e la coalizione guidata dai sauditi sostenuta dagli Stati Uniti, principalmente per quelle che chiamano “cause indirette”. Quelle cause indirette sarebbero malattie e fame derivanti da quella che il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres definisce “la peggiore carestia che il mondo abbia visto da decenni”.

Quando le persone sentono la parola “carestia”, di solito pensano alla fame di massa causata dalla siccità o da altri fenomeni naturali, ma in realtà le morti per fame che stiamo vedendo nello Yemen (un’enorme percentuale dei quali sono  bambini sotto i cinque anni ) sono causate da qualcosa che non è più naturale delle morti per fame che vedresti in un assedio medievale. Sono il risultato dell’uso dei blocchi da parte della coalizione saudita e del suo  deliberato targeting  di fattorie, pescherecci, mercati, siti di stoccaggio di cibo e  centri di trattamento del colera  con attacchi aerei volti a rendere le parti dello Yemen controllate dagli Houthi così deboli e miserabili da estinguersi .

In altre parole, gli Stati Uniti ei loro alleati hanno aiutato l’Arabia Saudita a uccidere deliberatamente bambini e altri civili su larga scala per raggiungere un obiettivo politico. Il che ovviamente corrisponde ad  perfetto esempio di qualsiasi definizione standard di terrorismo. (…)

(tramite CAITLIN JOHNSTONE – FYI Trump’s Latest Yemen Move Is Far Worse Than The Capitol Riot)

Exit mobile version