L’OMS si avvia a trasformarsi da organizzazione intergovernativa a organizzazione sovranazionale

L'OMS si avvia a trasformarsi da organizzazione intergovernativa a organizzazione sovranazionale 1

U.N. Secretary General, Antonio Guterres speaks while sitting next to Director General of the World Health Organization (WHO), Tedros Adhanom Ghebreyesus during an update on the situation regarding the COVID-19 (previously named novel coronavirus) at the World Health Organization (WHO) headquarters in Geneva, Switzerland, February 24, 2020. Salvatore Di Nolfi/Pool via REUTERS - RC277F988D8K

Metamorfosi dell’Organizzazione Mondiale della Sanità – Informazioni sui finanziamenti dell’OMS

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) è una delle agenzie specializzate delle Nazioni Unite ed è composta da 194 Stati membri. La funzione principale dell’organizzazione è quella di risolvere i problemi sanitari internazionali. Fondata nel 1948 e con sede a Ginevra.

Nel corso dei decenni della sua esistenza, tutte le agenzie specializzate delle Nazioni Unite hanno subito dei cambiamenti, ma i maggiori cambiamenti si sono verificati con l’OMS. E questi cambiamenti stanno accelerando sotto i nostri occhi. Il processo potrebbe concludersi con il fatto che l’OMS acquisirà uno status completamente diverso da quello che aveva nel ventesimo secolo.

La “pandemia” iniziata nel 2020 ha evidenziato che l’OMS non è più il solito organismo specializzato delle Nazioni Unite che aiuta gli Stati membri a risolvere i loro problemi di salute. I ruoli dell’OMS e degli Stati membri sono cambiati, con l’OMS che ora assume il comando degli Stati che seguono le sue istruzioni.

In precedenza, l’OMS emetteva “raccomandazioni” e ora – ordini. Le autorità sanitarie nazionali dei paesi membri stanno iniziando a perdere la loro sovranità. Tenendo conto di ciò, sarebbe più corretto chiamare l’OMS un’istituzione con evidenti segni di organizzazione sovranazionale.

Un evento rivoluzionario nella storia dell’OMS è stata la comparsa a metà degli anni 2000 del Regolamento sanitario internazionale – IHR (International Health Regulations) . Sono stati adottati dalla 58a Assemblea mondiale della sanità il 23 maggio 2005 e hanno completamente ristrutturato il rapporto tra i sistemi sanitari nazionali e globali.

Ciò è stato preceduto dal coinvolgimento di soggetti privati ​​nei finanziamenti dell’OMS. Il più potente di questi era la Fondazione Bill & Melinda Gates.- il più grande fondo di “beneficenza” con un patrimonio superiore a $ 50 miliardi.Ci sono altre fonti di finanziamento oltre ai contributi governativi – vari tipi di donazioni volontarie. Ecco una dozzina di importanti fonti di finanziamento per il bilancio biennale dell’OMS 2018-2019. (milioni di dollari, tra parentesi – la quota nel volume totale delle fonti di finanziamento,%): USA (contributo statale) – 893 (15,9); Fondazione Gates – 531 (9.4); Gran Bretagna – 435 (7,7); Alleanza globale per le vaccinazioni e l’immunizzazione (GAVI) – 371 (6.6); Germania – 292 (5.2); UNOCHA (Ufficio per il coordinamento degli affari umanitari) – 192 (3.4); Giappone – 182 (3.2) Rotary International – 143 (2,5); Banca Mondiale – 133 (2.4); Commissione Europea – 131 (2.3); National Philantropic Trust 108 (1,9) CERF (Fondo centrale di risposta alle emergenze) – 87 (1,5).

Insieme, i maggiori contributi del governo (USA, Regno Unito, Germania e Giappone) hanno rappresentato il 32% delle entrate del bilancio dell’OMS. Tutte le altre fonti dalla prima dozzina – 30% del reddito. Alcune di queste fonti non governative sono lontane da questioni mediche e sanitarie. L’OMS ha sviluppato un documento speciale al riguardo, l’impegno dell’OMS con attori non statali .

La Gates Foundation si è saldamente affermata al secondo posto (dopo gli USA) in termini di importo dei contributi al bilancio dell’OMS. Su iniziativa e supervisione della Fondazione Gates, è stata istituita l’Alleanza globale per le vaccinazioni e l’immunizzazione (GAVI). L’effettiva presenza della Fondazione Gates nell’OMS dovrebbe essere misurata in termini di quota aggregata della Fondazione e dell’Alleanza nel finanziamento; questa quota cumulativa del bilancio dell’OMS 2018–2019. pari al 16,0%.

Per il 2020-21 il quadro delle fonti di finanziamento è ancora più interessante. Tra i paesi membri dell’OMS, la Germania ha avuto la meglio, aumentando nettamente la sua quota al 13,85%. Gli Stati Uniti, al contrario, hanno ridotto drasticamente la propria quota, al 7,12% (la decisione è stata presa sotto il presidente Donald Trump). Le quote di altri principali stati sono notevolmente diminuite. Ad esempio, la quota della Gran Bretagna è diventata pari al 5,76% (contro il 7,7% del bilancio precedente), il Giappone – 2,14% (contro il 3,2%).

Ma, secondo i dati per il 2021-2022, fonti diverse dai contributi governativi (quota,%): Fondazione Gates – 10,47; GAVI 5.76; Banca Mondiale – 2,57; Rotary International – 2,42; UNOCHA – 2.11. È emersa un’altra fonte di finanziamento: il COVID-19 Solidarity Response Fund (SRF) o il COVID-19 Solidarity Response Fund, istituito nel 2020.

Ogni anno cresce il ruolo delle fonti di finanziamento “informali” (diverse dai contributi pubblici). I finanziamenti da fonti “informali” hanno già superato i contributi governativi dei paesi membri. La musica nell’OMS è ordinata oggi dagli “informali” – la Fondazione Gates, il GAVI, la Banca Mondiale.

Prendiamo in considerazione anche le operazioni “fuori bilancio” dell’OMS, quelle che non si riflettono nel bilancio ufficiale dell’organizzazione. La principale fonte di finanziamento “fuori bilancio” per l’OMS è la Fondazione OMS , creata nel 2020. Questa è un’organizzazione parallela, non formalmente associata all’OMS, ma che risolve gli stessi compiti. La Fondazione dell’OMS è finanziata da donazioni volontarie e opera attraverso sovvenzioni. Anche il suddetto Fondo di risposta di solidarietà al COVID-19 (SRF) è amministrato dalla Fondazione dell’OMS.

Gli obiettivi della Fondazione OMS sono definiti dallo slogan “Tre miliardi”. Questi obiettivi sono inclusi nel piano strategico quinquennale dell’OMS. In primo luogo, dicono, sta proteggendo 1 miliardo di persone dalle emergenze sanitarie; secondo, l’estensione della copertura sanitaria a un ulteriore miliardo di persone; terzo, garantire una vita sana e il benessere a 1 miliardo di persone entro il 2023. Non è chiaro se i suddetti miliardi vadano sommati, o se si parli dello stesso miliardo in tre forme. Diciamo del miliardo che resterà sul pianeta dopo il “Grande Reset” di Klaus Schwab.

Sul sito web della Fondazione dell’OMS è impossibile trovare informazioni specifiche, comprese le cifre che riflettono l’entità dei finanziamenti. La Fondazione Oms, secondo alcuni osservatori, riceve donazioni, ma ne nasconde le fonti. È stato suggerito che i principali donatori potrebbero essere Big Parma o aziende di altri settori dell’economia che vogliono promuovere i loro prodotti o comprare dall’OMS.

Lascia che ti racconti una storia. In primavera, alcuni sostenitori della salute hanno appreso che la Fondazione dell’OMS aveva ricevuto una donazione di 2 milioni di franchi (2,1 milioni di dollari USA) dalla multinazionale Nestlé , accusata di produrre latte artificiale pericoloso. Anil Soni, direttore generale della Fondazione Oms, ha difeso la donazione, affermando che ricevere fondi non implica l’approvazione dell’Oms alle attività dell’azienda. Commentando lo scandalo, Anil Sonya ha affermato che il Fondo sta cercando di essere “trasparente”, ma il donatore mantiene “il diritto all’anonimato”.

Sebbene il potenziale finanziario complessivo della Fondazione dell’OMS non sia stato divulgato, si sa qualcosa sulla portata delle sue attività. Ad esempio, Anil Soni ha affermato che la Fondazione dell’OMS ha donato 250 milioni di dollari al Fondo di risposta solidale al COVID-19 (SRF), la maggior parte di questo importo ha ricostituito il budget dell’OMS.

Insomma, presso l’OMS è stata creata una struttura ombra chiamata “Fondo” che raccoglie da donatori anonimi soldi sporchi o poco puliti. E l’OMS promuove i prodotti di questi donatori e chiude un occhio sulla bruttezza dei “benefattori”.

La Fondazione dell’OMS afferma di funzionare non solo con grandi donatori aziendali, ma anche con milioni di piccoli donatori. Secondo il principio “con il mondo su un filo – una camicia nuda”. Non appena la Fondazione dell’OMS è nata nel mondo, ma un’altra fondazione – Bill e Melinda Gates – si è offerta di avviare una campagna congiunta. Questa campagna è stata lanciata a maggio e si chiama Go Give One . Due fondazioni organizzano piccole donazioni da milioni di cittadini in tutto il mondo.

Qualcosa come il crowdfunding (una collaborazione collettiva di persone che mettono volontariamente in comune i propri soldi o altre risorse per sostenere gli sforzi di altre persone o organizzazioni). È stata creata una piattaforma online dedicata per Go Give Oneper donazioni. La campagna lanciata è mirata: i fondi raccolti sono destinati alla realizzazione del progetto COVAX Advanced Market Commitment (COVAX AMC) . È un meccanismo innovativo di finanziamento e approvvigionamento per i vaccini COVID-19 gestito da GAVI. Cioè, in definitiva, dalla stessa Fondazione Bill e Melinda Gates.

Meccanismo COVAX AMC e la campagna Go Give One ideata per garantire la vaccinazione gratuita di centinaia di milioni di persone nei paesi poveri. La società americana Pfizer e la società tedesca BioNTech hanno annunciato all’inizio dell’estate che prevedono di produrre due miliardi di dosi di vaccini COVID-19 nel prossimo anno e mezzo per rifornire i paesi a basso e medio reddito. Alcune di queste dosi saranno somministrate tramite COVAX AMC , ovvero a titolo gratuito. Circa 72 dei 92 paesi a basso reddito ammissibili per le dosi gratuite da AMC hanno già ricevuto i loro primi lotti di vaccino. Raccolti tramite la piattaforma online Go Give Onesotto la bandiera dell’OMS, i soldi finiranno nei conti delle grandi aziende farmaceutiche .

PS Germania e Francia quest’anno hanno proposto di riformare l’OMS per aumentare l’efficienza delle sue attività. La proposta sarà discussa in ottobre. I dettagli non sono ancora noti. Gli esperti suggeriscono che la base finanziaria dell’organizzazione ei suoi poteri si espanderanno. Questo sarà un altro passo verso la trasformazione dell’OMS da organizzazione intergovernativa a organizzazione sovranazionale.

fonte: Fondsk

Exit mobile version