Le interferenze di Trump nei confronti dell’Ucraina impallidiscono di fronte a ciò che gli USA hanno combinato in questo paese…

Gli USA – tanto per calmare il conflitto intestino che da anni scuote l’Ucraina – , hanno appena fornito  a questo paese 250 missili anticarro Javelin del costo unitario di 256.000 $, da usare evidentemente contro le repubbliche del Donbass.
Yasha Levine,  giornalista investigativa. Nata a Leningrado e cresciuta a San Francisco e che ora vive a New York ritiene paradossale che i democratici abbiano innescato la procedura di impecheament su Trump per aver esercitato pressioni sul presidente ucraino Zalensky.
Infatti la pressione che avrebbe esercitato Trump – con il ricatto di non concedere 250 milioni di aiuti militari all’Ucraina se questa non forniva informazioni del figlio di Biden (da usare per fini elettorali) -, non è niente al confronto dell’ingerenza statunitense bipartisan nei confronti dell’Ucraina:

Negli ultimi decenni, l’America, i suoi alleati e le sue istituzioni hanno interferito in Ucraina in tutti i modi, grandi e piccoli: hanno contribuito a modellare le leggi sulla privatizzazione dell’Ucraina. Hanno incanalato ingenti somme di denaro in due rivoluzioni a colori: prima la rivoluzione arancione nel 2004 e poi la rivoluzione della dignità di Maidan nel 2014 .  Hanno scelto chi dovessero essere i capi di governo, e segretamente minacciato di imprigionare gli oligarchi se gli ordini d’America non fossero stati seguiti. Hanno costretto l’Ucraina a tagliare il proprio bilancio, aumentare il prezzo del gas nel mercato interno e imporre tasse molto impopolari riguardo sull’alcool e sul tabacco – non si trattava solo suggerimenti generali, ma di una pratica gestione microscopica dell’economia in cambio di aiuti e investimenti. Finanziarono le ONG e i media , fornirono armi e addestramento militare alle unità paramilitari fasciste . Hanno contribuito ad alimentare la tensione all’interno della popolazione multietnica e multiculturale dell’Ucraina, una cinica strategia di politica estera che ha portato a una sanguinosa guerra civile ancora in corso, in cui l’America e la Russia sostengono campi opposti. E questo è solo un inizio dell’elenco …

Dal crollo dell’Unione Sovietica, il sistema politico ucraino è dominato dal mutamento delle alleanze dei clan oligarchi organizzate da regioni e settori industriali. In questo mondo oscuro e in continua evoluzione, le alleanze continuano a variare di giorno in giorno e i giocatori usano tutto ciò che è possibile per ottenere un vantaggio. Strumentalizzano etnia, religione, nazionalismo e identità regionali. Usano la forza bruta e sfruttano il loro monopolio sui media. Stanno anche cercando di reclutare potenze straniere per rafforzare la loro posizione: Russia, America, UE.

Per anni, l’America e i propri alleati hanno approfittato di questa instabilità e l’hanno amplificata. Hanno lavorato con gli oligarchi e hanno supportato un clan contro un altro per cercare di destabilizzare il paese e allontanarlo dalla sfera di influenza della Russia, rendendo l’Ucraina un terreno fertile per il saccheggio: opportunità di contrarre pressioni sui partiti tramite le sponsorizzazioni delle fondazioni, le donazioni senza scopo di lucro, la generosa offerta di comodi posti a sedere nei consigli di amministrazione delle società e tutti gli altri vantaggi che l’elite politica americana deriva dal proprio impero. Puoi contare sulla lista della Clinton Foundation , il figlio di Joe Biden , Paul Manafort, Tony Podesta e tutti i tipi di altri servi di prima classe come Rudy Giuliani. Questi soggetti hanno rubato il denaro da questo paese impoverito e lo hanno saccheggiato senza scrupoli o rimorsi.

Ma gli interventi di corruzione dell’America sono stati disastrosi per l’Ucraina. Oggi, questo paese di persone altamente istruite e ricche di risorse – che un tempo ospitava le industrie sovietiche più avanzate – è il più povero d’Europa . Questo è un posto dove molti possono permettersi a malapena di comprare cibo. E non si prevede miglioramento. Il popolo ucraino (molto similmente al popolo americano) deve ancora trovare il modo di organizzarsi attorno a una politica in grado di mettere in discussione il potere della propria oligarchia. Persino il nuovo presidente, che ha raggiunto la vittoria respingendo gli obiettivi di politica estera degli Stati Uniti in Ucraina, offre poche speranze . In risposta all’oligarchia e alla corruzione, propone ancora più neoliberismo e deregolamentazione.

I canali televisivi e giornali statunitensi si stanno già scaldando per una copertura isterica dell’impeachment. Ma non leggerai o sentirai  parlare di questa storia con questa angolazione. Perché lo si fa? Tutto ciò farebbe sarebbe dare una brutta immagine dell’America. Per decenni la nostra classe politica [americana] ha approfittato del saccheggio oligarchico dell’Ucraina e lo ha spinto e manipolato in modo che si adattassero  ai propri interessi interni ed esteri del momento – senza preoccuparsi dei danni collaterali.

Quest’ultimo scandalo è solo un’altra sofferenza in questa oscura storia, poiché i partiti pro e anti-Trump cercano entrambi di sfruttare il più possibile l’interferenza americana in Ucraina e di usarla nella loro guerra per procura per la presidenza.

Foto di apertura di vietatoparlare : Maidan / Wikipedia

estratti provenienti da https://yasha.substack.com/p/ukraine-a-short-history-of-meddling

@vietatoparlare