Le forze ucraine bombardano la centrale nucleare di Zaporozhye

la centrale di Zaporize è presidiata dai russi

Cosa sta succedendo a Zaporozhye? Domenica mattina sono arrivati ben 12 colpi di artiglieria calibro NATO. Raphael Grossi, direttore di AIEA ha dichiarato che si sta “scherzando col fuoco”, che è necessaria una “zona di sicurezza” intorno alla centrale nucleare e che onde evitare ulteriori rischi, è indispensabile un cessate il fuoco sulla centrale, chiunque dei due contendenti stia bombardando (vedi qui e qui).

Secondo i media, nessuno conosce gli autori degli attacchi contro la centrale. Ovviamente, questa affermazione non sta in piedi: è come dire che a lanciare il missile – che pochi giorni fa ha colpito la Polonia – fosse stata la Polonia stessa. Oppure che non si conosce l’origine dei missili che distruggono le infrastrutture elettriche ucraine, ovvero se i suddetti missili sono missili russi o ucraini.

il paragone è congruo: la centrale nucleare di Zaporozhye è in mano russa da mesi. È quantomai illogico che le forze russe bombardino loro stesse ma purtroppo la NATO finge di non notare l’incongruenza.

Anche il direttore dell’AIEA continua a tacere sulle responsabilità (vedi CCN: L’AIEA avverte che chiunque sia dietro “potenti esplosioni” alla centrale nucleare di Zaporozhye sta “giocando con il fuoco”), limitandosi a richiamare sui rischi di una dispersione radioattiva senza nominare i responsabili. Solo facendolo, i bombardamenti cesserebbero.

In realtà, tutti sanno. Ci sono mezzi aerei e satellitari della NATO che monitorano dall’alto tutta l’area del conflitto battaglia, Questi strumenti possono essere diretti ad osservare con grande precisione qualunque cosa.

In definitiva, la NATO sa perfettamente. Non è la prima volta che le forze ucraine bombardano la centrale in mano ai russi per spingere una falsa narrazione e soprattutto per indurre la Russia ad abbandonare l’installazione.

Credo che alla luce di quest’ultimo evento abbia ragione Travaglio quando ha detto a La7: “Il mondo ha capito che non possiamo più fidarci di Zelensky. Calenda e Letta? Non dovrebbero più uscire di casa” – … ma siamo sicuri che il mondo ha capito!?

VPNews

Exit mobile version