Le bugie su Deir Ezzor: 400 civili rapiti trasformati in militari

Date:

Secondo Rai News e Ansa  i 400 rapiti nella località siriana di Deir Ezzor non sarebbero civili ma militari. Isis avrebbe rapito ben 400 militari, cioè quasi una intera brigata si sarebbe arresa a gente che non fa prigionieri.

FireShot Screen Capture #047 - 'ultimaora - flash news 24 Corriere della Sera' - www_corriere_it_notizie-ultima-ora_Esteri_Damasco-300-vittime-Isis-es
Nel primo lancio d’agenzia i 400 rapiti erano civili

La cosa è alquando incredibile perchè ISIS ha appena diffuso su twitter l’intenzione di liberare 270 civili, ed ha anche scritto che i civili sono stati rapiti per ‘ritirarsi in sicurezza’ visto il contrattacco dell’esercito siriano.

La domanda è allora: da dove Ansa ha preso queste notizie? In zona sono presenti solo giornalisti di Syria TV (come vedete nell’immagine a fine articolo) e forse di Sana. La domanda è: a chi sono dirette queste notizie, che scopo hanno? Perchè giacchè Ansa aveva prima dato notizia di 400 civili rapiti ha improvvisamente cambiato versione senza prima smentire la sua prima versione?

Vietato Parlare

[su_panel border=”1px none #cccccc”]fonte : Al-Masdar – Leith Fadel  – 20.01. 2016

L’evidenza è che al 4° giorno l’offensiva dello Stato Islamico (ISIS) , nella campagna nord-occidentale del Governatorato di Deir Ezzor , non è andata come aveva pianificato; infatti, il gruppo terrorista ha finito per perdere terreno a vantaggio dell’esercito arabo siriano (SAA) che ha lanciato diversi attacchi alla sede del 137 ° brigata d’artiglieria e all’interno del quartiere di Al-Baghayliyah.

La giornata di ieri è iniziata con ISIS che ha condotto il suo 5 ° assalto al quartier generale della 137 ° brigata d’artiglieria vicino alle montagne Thurdeh, colpendo difese siriana dell’esercito arabo sia a fianchi settentrionali che occidentali di questa grande struttura.

A seguito di una serie di scontri a fuoco violenti che sono durati finoalle 04:00 (Damasco Time) di Martedì, ISIS è stato finalmente attaccato su entrambi i fianchi da parte dell’ esercito siriano (137a brigata della divisione della 17 ° Divisione di Riserva). ISIS ha subito pesanti perdite e non è riuscito nel tentativo di prendere la base.

Tuttavia l’esercito siriano se non contrasterà  efficacemente i militanti ISIS nelle montagne Thurdeh, presto potrebbe trovarsi in profonda difficoltà presso la sede della 137a brigata d’artiglieria, perché il gruppo terroristico ha attualmente le alture.

Nonostante la situazione alla base, la 104 brigataaerotrasportata della Guardia Repubblicana ha avuto un relativo successo il Martedì, riprendendo diversi zone dai terroristi ISIS all’interno del quartiere di Al-Baghayliyah.

Ancora una volta, ISIS condotto il primo assalto nel quartiere di Al-Baghayliyah, colpendo Al Jazeera University e il perimetro sud-orientale del Broadcast Torre Radio; tuttavia, hanno sofferto significativamente elevate perdite durante questo attacco e, di conseguenza, le forze armate siriane sono state in grado di lanciare il proprio contrattacco.

Immagini e video di Al-Baghayliyah confermano che ISIS è lontano dall’Eufrate Hotel, nonostante le numerose affermazioni fatte dagli attivistinei social media del gruppo terrorista. Inoltre, riprese video dalla battaglia di ieri ha confermano che ISIS non ha il pieno controllo del Torre Radio.

All’interno della città, gli scontri sono stati segnalati presso il parco pubblico vicino a Al-Rashidiyah e Al-Jubeilah; vicino al Distretto Industriale (Hayy al-Sina’a); alla Heart Hospital di Al-Haweeqa; al Distretto Yasseen ; e lungo Ghassan ‘Abboud Street. I combattimenti nel nord-ovest di Deir Ezzor sono diminuiti la sera di Martedì, ma è probabile che riprendano nelle prossime ore.[/su_panel]

 

Patrizio Riccihttps://www.vietatoparlare.it
Con esperienza in testate come il Sussidiario, Cultura Cattolica, la Croce, LPLNews e con un passato da militare di carriera, mi dedico alla politica internazionale, concentrandomi sui conflitti globali. Ho contribuito significativamente all'associazione di blogger cristiani Samizdatonline e sono socio fondatore del "Coordinamento per la pace in Siria", un'entità che promuove la pace nella regione attraverso azioni di sensibilizzazione e giudizio ed anche iniziative politiche e aiuti diretti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

More like this
Related

Esperto georgiano sugli incidenti occorsi a leader ‘problematici’ per le potenze occidentali

In una interessante analisi il Direttore generale e redattore...

Mentre l’occidente protegge l’Ucraina, la SBU si vanta dei suoi crimini

Il Ministero degli Affari Esteri ha ufficialmente chiesto a...
Exit mobile version