Le aziende russe pronte per il ripristino di alcuni cementifici e stabilimenti metallurgici in Siria

Pubblicità
I rappresentanti di un certo numero di società russe hanno discusso con la parte siriana all’inizio del restauro e ammodernamento di due cementifici di Aleppo e di due stabilimenti metallurgici a Hama, una fonte negli ambienti del business russo-siriano riferiti all’agenzia di stampa russa RIA Novosti.
“Rappresentanti di diverse grandi aziende russe si sono recati in Siria in visita di lavoro, durante i quali hanno incontrato rappresentanti del Ministero dell’Industria SAR e direttamente presso due cementifici di Aleppo e due stabilimenti metallurgici di Hama. Si sono svolti negoziati a condizioni reciprocamente vantaggiose per il restauro e la modernizzazione degli impianti”, ha detto l’interlocutore dell’agenzia.

Secondo la fonte, è previsto il ripristino e la modernizzazione della cementeria di Al-Arabiya ad Aleppo, nonché la costruzione di un nuovo impianto di Muslimia. Mentre nella provincia di Hama, i lavori saranno effettuati sulle piante numero 1 e numero 2 “Hama Steel Company” (Hama Steel Company). Ria Novosti

Mentre tutto questo accade l’Europa aspetta il completamento del ‘regime change’ e non muoverà un dito perché secondo la sua ottica – il senso della vita e della politica è perseguire la politica d’affari. Per l’Unione Europea, la coscienza morale e quanto previsto dalle proprie carte fondamentali, sono ormai cimeli.

@vietatoparlare