L’aviazione statunitense ha compiuto un raid aereo contro l’esercito siriano

Secondo quanto riferisce l’agenzia siriana SANA, almeno otto civili sono stati uccisi a seguito di un attacco aereo della coalizione guidata dagli Stati Uniti in un villaggio della provincia siriana di Deir ez Zor. Altre persone sono rimaste ferite, le case sono state distrutte.

Il comandante della postazione militare ha anche detto che un aereo della coalizione guidata dagli Stati Uniti ha lanciato un attacco aereo contro le posizioni dell’esercito siriano a Jabal Ghurab ce si trova 150 km a est di Palmyra, vicino al confine con l’Iraq. A seguito dell’attacco un tenente dell’esercito siriano è stato ucciso, mentre diversi soldati sono rimasti feriti.

Secondo il comandante militare del campo, il raid aereo è stato effettuato dopo che l’esercito siriano ha aperto il fuoco contro tre fuoristrada  che trasportavano consiglieri militari delle forze della coalizione a guida Usa e gruppi alleati del gruppo jihadista  “Magavir Jaish al-Thawra” nell’area della zona prevenzione dei conflitti appena poco fuori l’area di de-conflict di al-TANF  in provincia di Homs. I tre automezzi con i miliziani e il personale statunitense, hanno risposto al fuoco. I automezzi si muovevano in direzione delle posizioni delle forze governative  nell’area di Al-Khalba a sud est di Palmyra.

Nel video, le forze siriane inseguono i mezzi con i terroristi del gruppo Magavir Jaish al-Thawra

Le auto delle forze filo-statunitensi, secondo l’interlocutore dell’agenzia SANA, erano state inviate fuori dall’area di At-Tanf, dove si trova la base americana, nel sud-est della provincia di Homs, vicino ai confini della Siria, dell’Iraq e della Giordania.

Lo scontro tra l’esercito siriano  e forze statunitensi  terrestri è stato il primo scontro terrestre tra le forze siriane e gruppi con presenza statunitense.

Precedentemente il 18 giugno la coalizione a guida statunitense ha attaccato le posizioni delle truppe governative siriane ad al-Hari, a sud-est del Abu Kamal, l’aggressione ha causato la morte di 12 soldati. In questo caso, gli Stati Uniti però hanno negato la paternità dell’attacco facendo intendere che l’azione è stata compiuta dall’aviazione israeliana.

 

Print Friendly, PDF & Email