La UE ritiene di regolarizzare 34 milioni di migranti, “Non possiamo permetterci di sprecare questo potenziale”…

Photo by Guillaume Périgois on Unsplash

La commissione UE vuole regolarizzare 34 milioni di “migranti”

La Commissione europea vorrebbe regolarizzare 34 milioni di migranti. Questo si legge in particolare nel suo piano d’azione “per l’integrazione e l’inclusione”, che può essere consultato liberamente qui.

[su_quote cite=”EUROPEAN COMMISSION” url=”https://ec.europa.eu/home-affairs/sites/homeaffairs/files/pdf/action_plan_on_integration_and_inclusion_2021-2027.pdf”]Oggi, circa 34 milioni di abitanti sono nati al di fuori dell’UE (circa l’8% dell’UE popolazione)  e il 10% dei giovani (15-34 anni) nati nell’UE ha almeno un genitore nato all’estero . Mentre la percentuale di abitanti nati al di fuori dell’UE è complessivamente aumentata negli ultimi anni , varia ancora ampiamente tra gli Stati membri. È intorno al 10% o superiore in Svezia, Estonia, Lussemburgo, Croazia, Lettonia, Austria, Malta e Germania, mentre lo è inferiore al 3% in Cechia, Ungheria, Romania, Bulgaria, Polonia e Slovacchia. Oltre un quarto dei migranti è altamente istruito . Offrono risorse, ambizione e motivazione ma spesso non sono in grado di mettere a frutto le proprie capacità. Quasi il 40% è troppo qualificato per il lavoro che fanno . Non possiamo permetterci di sprecare questo potenziale. (…)[/su_quote]

“Durante la conferenza stampa di presentazione del documento, è emerso chiaramente dalle parole dei Commissari europei responsabili, che la Commissione continuerà a favorire l’accoglienza dei migranti, perché ritiene che ciò sarà necessario in futuro per motivi economici“. Lo afferma Zoltán Kovács, Segretario di Stato ungherese per la diplomazia e le relazioni internazionali, che continua: “Anche se il piano d’azione darebbe agli immigrati più diritti e vantaggi, non sembra tener conto dei rischi per la sicurezza associati alla migrazione di massa”

In questo piano d’azione, che gli eurodeputati stanno attenti a non menzionare, Bruxelles fornirebbe alloggio ai migranti e darebbe loro una voce più ampia negli affari pubblici a tutti i livelli di governo. In questo modo, più migranti e cittadini europei con un background di immigrazione sarebbero coinvolti nelle consultazioni e nei processi decisionali a livello locale, regionale, nazionale ed europeo.

L’Unione, secondo il piano, fornirebbe più sostegno agli immigrati che ai propri cittadini sostenendo le imprese create e gestite dai primi. Inoltre, il piano, sostenendo l’occupazione dei migranti, metterebbe i cittadini europei disoccupati in una posizione ancora più difficile.

Come se non bastasse, Bruxelles ci costringerebbe anche ad adottare la mentalità degli eurocrati sulla questione, chiarendo nel piano d’azione che cerca di cambiare il modo in cui gli europei pensano all’immigrazione e migranti: “L’inclusione significa anche affrontare i pregiudizi inconsci e ottenere un cambiamento di mentalità e nel modo in cui le persone si percepiscono e affrontano l’ignoto” avverte Zoltán Kovács

Il piano d’azione somiglia quasi parola per parola a quello del miliardario George Soros per garantire che l’Europa “accetti almeno un milione di richiedenti asilo all’anno per il prossimo futuro”.

Da anni lo speculatore finanziario promuove le sue idee di una “società aperta” per cambiare l’Europa e la società europea poiché l’insediamento dei migranti dovrebbe, secondo lui, essere permanente e obbligatorio.

Alla fine la Commissione Europea spiega che attualmente ci sono 34 milioni di migranti in Europa nati fuori dai confini dell’Unione Europea che dovrebbero essere regolarizzati e diventare cittadini UE (quindi ottenere la cittadinanza e il diritto di voto) .

“Quando hanno votato per questo i cittadini europei? “Conclude Zoltán Kovács, ricordando che a capo della Lega contro l’immigrazione in Europa, il primo ministro Viktor Orbán e l’Ungheria si opporranno a questo progetto con tutte le loro forze e non scenderanno a compromessi.

www.breizh-info.com/2020/12/18/155857/la-commission-europeenne-voudrait-regulariser-34-millions-de-migrants-presents-dans-lunion-europeenne/

 

Exit mobile version