La UE ha deciso che effettuerà acquisti di gas sui mercati globali, escludendo la Russia

gas

gas

I ministri dell’Energia dei paesi dell’UE hanno concordato di escludere il gas russo dai contratti per acquisti congiunti: “Le nuove regole creeranno opportunità per gli Stati membri dell’UE e le loro società energetiche di acquistare gas congiuntamente sui mercati globali.

Gli Stati sono tenuti ad acquistare attraverso questo meccanismo il 15% di tutto il gas necessario per riempire i loro impianti di stoccaggio del gas nel 2023. Gli Stati membri hanno sottolineato che il gas russo sarà escluso dagli acquisti congiunti.

In pratica, i paesi dell’UE hanno concordato che le società del gas nei paesi dell’UE e negli Stati della comunità energetica forniscano informazioni sui loro fabbisogni di gas. L’Unione Europea assumerà un intermediario che calcolerà le richieste generali e cercherà proposte per soddisfare questa domanda. I Paesi membri obbligheranno le imprese a utilizzare i servizi di questo intermediario al fine di portare il volume di gas da loro acquistato al 15% dei loro obblighi di riempimento degli impianti di stoccaggio del gas nel 2023”.

‘A naso’ con questo sistema:

In definitiva, la UE deciderà la propria politica energetica per tutti, senza peraltro riformarsi al proprio interno conservando una struttura essenzialmente anti- democratica e farraginosa.

VPNews

Exit mobile version