La Russia sta evacuando i campi profughi nella zona USA di al Tanf (Siria)

Pubblicità

Il canale You Tube News Front riferisce che il ministero della Difesa russo ha annunciato l’apertura di due corridoi umanitari negli insediamenti di Djleb e Jabal al-Ghurab al confine della zona di 55 chilometri occupata dagli Stati Uniti (al TANF)

Ora, come si vede nel video di News Front, i checkpoint di Djlebe e Jabal al-Ghurab sono sotto la protezione della polizia militare russa

Inoltre, il quartier generale di coordinamento interdipartimentale della Russia e Siria chiede alle strutture delle Nazioni Unite di unirsi all’operazione per rimuovere i rifugiati dal campo di Rukban.

Questa azione è molto importante dato che il campo di Rubkan è completamente isolato, e che la gente è in balia dei terroristi, ed – almeno finora – impossibilitata di lasciare il campo.

Non è chiaro se la decisione russa sia stata presa in accordo con le forze USAdi stanza ad al Tanf, ma è molto plausibile , visto che la Russia ha con gli Stati Uniti un meccanismo di contatto costante in Siria per evitare incidenti.

Naturalmente che gli USA abbiano autorizzato la presenza russa e – visto l’orientamento dimostrato precedentemente – tollerino l’istituzione dei corridoi, non necessariamente vuol dire che gli USA agevoleranno l’uscita dei rifugiati che – se non ostacolati ad uscire – si troverebbero comunque a fare 55 km a piedi nel deserto.