La Russia afferma che il presidente afghano è fuggito con auto ed elicottero pieni di contanti – RIA

Domenica è stato ampiamente riportato [dai media]  che mentre i talebani erano alle porte di Kabul, il presidente Ashraf Ghani è fuggito rapidamente dal paese nel vicino Tagikistan.

Le truppe nazionali a terra capirono così che non valeva la pena opporre una grande resistenza, visto che il loro comandante in capo era fuggito al primo segnale di avvicinamento dei nemici, senza nemmeno indirizzare un messaggio al popolo afghano.

Secondo una dichiarazione dell’ambasciata russa rilasciata lunedì, le circostanze della partenza di Ghani sono ancora peggiori. L’ambasciata a Kabul ha  affermato che  Ghani  “è fuggito dal Paese con quattro auto e un elicottero pieno di contanti e ha dovuto lasciare parte del denaro perché non tutto riusciva ad essere trasportato” , secondo quanto ha riferito  l’agenzia RIA.

Ora non si sa dove si trovi precisamente, i funzionari russi ne approfittano per sottolineare duramente  la sua codardia mentre la popolazione afghana soffre.

“Per quanto riguarda il crollo del regime (uscente), è il modo in cui Ghani è fuggito dall’Afghanistan che lo caratterizza meglio”, ha detto il portavoce dell’ambasciata russa a Kabul, Nikita Ishchenko. Non c’è dubbio che anche i russi volessero fare di queste dichiarazioni una critica pungente alla guerra fallita condotta da Washington per 20 anni.

“Quattro auto erano piene di soldi, hanno provato a mettere un’altra parte del denaro in un elicottero, ma semplicemente lo spazio non era sufficiente. E parte del denaro è rimasto sull’asfalto ” , ha aggiunto. L’ambasciata ha citato “testimoni” che hanno assistito alla scena bizzarra sulla pista dell’aeroporto.

Anche un aiutante del presidente Vladimir Putin ha detto: “Spero che il governo che è fuggito non abbia preso tutti i soldi dal bilancio statale. Sarà la base del budget se rimane qualcosa. ”

Secondo  un rapporto regionale , il  sig. Ghani è attualmente in Oman dopo che al suo aereo è stato negato l’ingresso in Tagikistan. Sebbene nulla sia confermato su dove si trovi , si ipotizza che alla fine possa arrivare negli Stati Uniti – forse una situazione parallela a quella dello Scià, sostenuto dagli Stati Uniti, che fuggì dall’Iran per gli Stati Uniti nel 1979.

Dopo più di 20 anni e  circa 2,5 trilioni di dollari in denaro presi dai contribuenti statunitensi, Ghani ha apparentemente preso pallet di denaro per se stesso.

Nel frattempo, il Cremlino ha annunciato che  intende mantenere per il momento aperta l’ambasciata russa a Kabul , in un momento in cui diverse ambasciate occidentali hanno effettivamente spostato le proprie operazioni nell’aeroporto internazionale. Ma data la sicurezza in rapido deterioramento all’aeroporto internazionale di Karzai, queste operazioni saranno di breve durata.

Allo stesso tempo, la Cina sembra avviarsi verso il riconoscimento ufficiale del dominio talebano in Afghanistan.  Anche i media cinesi ora generalmente ridono degli americani che se ne vanno in circostanze così umilianti.

* * *

Secondo gli ultimi rapporti, i talebani hanno inviato guardie alle ambasciate russa e cinese:

 

fonte: https://www.aubedigitale.com/le-president-afghan-dechu-a-fui-le-pays-avec-des-voitures-et-un-helicoptere-bourres-dargent/

Aggiornamento 20 agosto 2021 – ore 23.50

Secondo nuove dichiarazioni dell’ambasciatore afghano in Tagikistan, riportate dalla Bbc, sembra che lui ei suoi assistenti siano riusciti a fuggire con la cospicua somma di 169 milioni di dollari .

Inoltre, gli Emirati Arabi Uniti ora confermano che hanno accolto ” il presidente Ashraf Ghani e la sua famiglia nel Paese per motivi umanitari”

Exit mobile version