La domanda di litio dovrebbe raddoppiare entro il 2025 e la Bolivia ha riserve enormi

Quello che succede non ha mai una sola ragione. Ognuno è libero di pensare che tutto è coincidenza. Speriamo che il nuovo governo – quando arriverà – sappia ridistribuire la ricchezza delle risorse come il litio, per il bene del paese.

@vietatoparlare

La decisione di Morales del 4 novembre di annullare l’accordo di dicembre 2018 con l’industria tedesca ACI Systems Alemania (ACISA) per l’estrazione e la lavorazione del litio in Bolivia (più produzione delle batterie) è stata presa dopo diverse settimane di proteste da parte di residenti nella regione di Potosi che non erano d’accordo sulle condizioni. La regione contiene dal 50% al 70% delle riserve mondiali di litio nelle terre umide saline di Salar de Uyuni.
Tra gli altri clienti, ACISA fornisce batterie a Tesla; il prezzo delle azioni di Tesla è aumentato lunedì dopo il fine settimana.
Come commentato Bloomberg News nel 2018, questo rende il Paese incredibilmente importante nei prossimi dieci anni:

La domanda di litio dovrebbe raddoppiare entro il 2025. Questo minerale viene estratto principalmente in Australia, Cile e Argentina. La Bolivia ha molto litio – 9 milioni di tonnellate che non sono mai state estratte su scala industriale, le seconde più grandi riserve al mondo – ma fino ad oggi non c’era modo reale di estrarlo e venderlo.
La cancellazione di Morales dall’accordo con ACISA aveva creato un’opportunità sia per rinegoziare l’accordo a condizioni  più redditizie perla popolazione locale. Altra opzione era quella di nazionalizzare l’industria del litio.
Come riportato dal canale Telesur a giugno,il governo Morales aveva annunciato che era “determinato a industrializzare la Bolivia e che avrebbe investito ingenti somme di denaro per garantire che il litio fosse processato a livello nazionale ed esportato solo sotto forma di alto valore aggiunto, in particolare direttamente sotto forma di batterie”. (Peredevodika)

classifica mondiale delle riserve di Litio
nota: Dopo la Germania, Morales aveva contatto i cinesi per valutare la possibilità di un nuovo accordo più favorevole.