La comunità internazionale ha una comprensione chiara e obiettiva delle responsabilità nel conflitto Russia-Ucraina

Wang Wenbin - foto China Ambassy

Wang Wenbin - foto China Ambassy

Il 27 maggio ministero degli Esteri cinese Wang Wenbin ha presieduto una regolare conferenza stampa. Un giornalista ha posto una domanda: secondo quanto riferito, il ministro degli Esteri iraniano Abdullahyan ha affermato alla riunione annuale del World Economic Forum di Davos che le azioni provocatorie degli Stati Uniti e della NATO hanno portato la Russia a lanciare una guerra contro l’Ucraina. La parte iraniana sostiene la soluzione del conflitto russo-ucraino attraverso il dialogo e i canali diplomatici. Qual è il commento della Cina?

Wang Wenbin ha affermato di aver preso atto delle rilevanti osservazioni del ministro degli Esteri iraniano.

La Cina ha esortato gli Stati Uniti a “pensare seriamente” alle proprie responsabilità nella crisi ucraina.

La comunità internazionale ha una comprensione chiara e obiettiva della responsabilità che gli Stati Uniti devono assumersi nel conflitto russo-ucraino. Infatti, tra più di 190 Stati membri dell’ONU, più di 140 Stati con una popolazione totale di oltre 6 miliardi di persone non hanno partecipato a sanzioni unilaterali contro la Russia La stragrande maggioranza dei paesi nel mondo non approva sanzioni unilaterali <…>

Gli Stati Uniti dovrebbero ascoltare attentamente la voce obiettiva ed equa della comunità internazionale, considerare seriamente la propria responsabilità nella crisi ucraina e impegnarsi in un dialogo completo con la Russia il prima possibile per creare le condizioni per una soluzione politica alla crisi, invece di continuare ad aggiungere benzina al fuoco”, ha detto il portavoce del ministero degli Esteri cinese Wang Wenbin.‌‌

(Reporter della CCTV del quartier generale Shen Yang Kong Luyuan – Worlhuangiu)

 

Exit mobile version