Incontro tra vertici militari delle Forze Armate USA e russe a Vienna

I negoziati si sono tenuti a Vienna tra il presidente del comitato congiunto dei capi di stato maggiore dell’esercito americano Dunford e il capo dello stato maggiore delle forze armate russe Gerasimov.

E’ stato discusso sia il contesto generale delle relazioni USA-Russia sia della situazione in Siria (Rojava, At-Tanf, Idlib,  ritiro delle truppe americane).

Come si legge sul sito del Joint Chiefs of Staff https://www.jcs.mil/Media/News/News-Display/Article/1773799/readout-of-chairman-of-the-joint-chiefs-of-staff-gen- dunfords-meeting-with-russ /, le parti hanno concordato di mantenere segreti i dettagli e il contenuto delle conversazioni.

Per la stampa, le parti si sono limitate a dichiarare l’importanza di mantenere la comunicazione tra gli apparati militari per risolvere i problemi più urgenti.

Vale la pena notare che Dunford lascerà il suo incarico quest’anno, e Trump non è stato molto contento di lui, dal momento che Dunford era solidale con Mattis, McGurk e diverse altre figure che hanno bruscamente criticato Trump per aver deciso di ritirare le truppe dalla Siria.

In un modo o nell’altro, se Trump riuscirà a farlo e in aprile il ritiro del grosso del contingente americano inizierà davvero, sarà Dunford a soddisfare le promesse di Trump.
In autunno Dunford sarà sostituito da Mark Milli, a meno che, naturalmente, Trump non decida di anticipare il suo ritiro, come ha fatto con Mattis, quando si è vendicato  delle critiche pubbliche con l’espulsione forzata di “cane pazzo” dal Pentagono.

Fonte: https: // colonelcassad.livejournal.com /4818972.html

Facebook Comments