Imminente offensiva russo-siriana per prendere possesso dell’inutile ‘security zone’ di 20 km ad Idlib

Pubblicità

L’esercito arabo siriano (SAR)  e l’esercito russo si stanno preparando a lanciare una massiccia offensiva nella regione nord-occidentale della Siria. Le forze armate SAR e l’aviazione della Federazione Russa intendono mettere fuori combattimento militanti dalla zona demilitarizzata di 20 chilometri da dove da tempo i militanti lanciano attacchi e incursioni sulle posizioni SAR e sugli insediamenti civili.

In particolare, le città di Morek e Al-Latamin nel nord di Hama e nella pianura di Al-Gaab, situate tra il nord-ovest di Hama e il sud-ovest di Idlib, saranno i primi obiettivi principali dell’esercito siriano nel nord-ovest della Siria. L’operazione vedrà la partecipazione delle unità della divisione ” Tiger Forces “, la 4th Armored Division e la 5th Army Corps.

Inrelazione all’imminente offensiva anche la situazione ad ovest di Aleppo comincia ulteriormente  a complicarsi.

La gente del posto riferisce l’apparizione di un gran numero di militanti vicino alla città di Khan-Tuman. Secondo i rapporti, i jihadisti stanno preparando un nuovo attacco ad Aleppo.

Questa strategia è stata adottata sempre in concomitanza di grandi offensive per distogliere forze governative dallo sforzo in corso.