Il Times informa che le navi russe si stanno equipaggiando di un dispositivo di accecamento ottico-elettronico

Il Times riferisc che all’inizio di febbraio, due fregate russe “Ammiraglio della Marina Gorshkov” e “Ammiraglio della marina Kasatonov” sono state equipaggiate con la  stazione visuale-ottica 5P-42 Filin, utilizzata per accecare il nemico (costruito dalla società Roselectronica) ed impedire l’osservazione, il puntamento ed il monitoraggio. Più precisamente, la stazione FILIN, che è stata installata su fregate nel 2018, sarà in grado di sopprimere i canali di osservazione ottico-ottici e ottico-elettronici, delle navi di superficie.

Quando azionata, la stazione Filin rende impossibile effettuare il tiro su natanti ad una distanza di 2 km. Oltre alle interferenze elettroniche, risulta che almeno metà degli equipaggi delle navi ‘attenzionate’ mostrano segni di disorientamento e disturbi visivi.

Venerdì scorso il consolato generale russo a Edimburgo ha pubblicato un commento sulla pubblicazione del quotidiano The Scotsman, in cui si affermava che l’ammiraglio Gorshkov e le sue navi di scorta erano  entrate nella baia di Mori Firth e costituivano una minaccia per la sicurezza della Scozia. Il giornale scozzese ha disegnato la cosa come una deliberata provocazione. Il ministero della difesa russo invece ha affermato che l’avvicinamento alla costa era dipeso dalle pessime condizioni atmosferiche.

L’ammiraglio Gorshkov, la nave logistica multifunzionale Elbrus, il rimorchiatore di salvataggio Nikolai Chiker e la petroliera di medio livello Kama partirono da Severomorsk il 26 febbraio.

Il servizio stampa della Flotta del Nord ha riferito che il distaccamento operava nel Golfo di Mori-Firth in acque internazionali, stava adempiendo a compiti di difesa antisabotaggio e svolgendo compiti di difesa antiaerea con monitoraggio di bersagli radio/aerei.

Martedì scorso la fregata e le navi di scorta russe hanno iniziato il passaggio della Manica. La Marina britannica ha riferito che il cacciatorpediniere HMS Defender è stato inviato da Newcastle per osservare il gruppo di navi russe .

Una prova del FILIN o una normale procedura prudenziale per sfuggire al mare mosso? Probabilmente non lo sapremo mai. Ma in entrambi i casi, è il segno delle tensioni in corso, visti i compiti che i natanti avevano a poca distanza dalla Gran Bretagna.

@Vietatoparlare