Il problema non è solo il MES, il problema è chi lo ha concepito

In merito al MES è molto semplice: deve essere deciso dall’autorità politica e non deve essere un meccanismo gestito esclusivamente da tecnici, come è attualmente. Inoltre, l’attuale MES ha poco ha a che fare con il salvataggio dei paesi e molto con il salvataggio delle banche (e quelle tedesche in primis). Ma questo ormai lo sanno anche le pietre. Solo Conte non lo sa e chi lo supporta.

Questi sono essenzialmente i punti. Inoltre è inutile continuare con l’Euro se c’è questa slealtà. Purtroppo oggi invece ci si divide tra due frinti, ovvero tra gente che si definisce ‘europeista’ e chi non, ma in realtà non lo è nessuno. I veri europeisti non sono chi vorrebbero uscire dall’euro bensì coloro che desiderano la piena integrazione europea. Ma sia ben chiaro, non si può cominciare dalla moneta: questa è l’evidenza, questi i fatti. Si può scegliere diversamente ma questi sono i fatti.

Cominciando a costruire l’Unione Europea dalla moneta non solo non ha funzionato ma ha reso i politici a Bruxelles cinici, inseguono solo il profitto. E scelgono tra soluzioni ai problemi non avendo neanche menzione dei problemi stessi.

Il pericolo non è costituito dai problemi ma il pericolo è da identificare in chi continua a concepirli non abbandonando la mentalità che li genera.

Non si fa così l’Europa. L’Unione Europea non deve essere la soluzione tra due soluzioni cattive per sopravvivere. C’è sempre la terza soluzione. E non è stata scelta.

@vietatoparlare