Il più grande fondo pensione giapponese perde 164,7 miliardi di dollari

Il fondo assicura le pensioni ai giapponesi e investe sui mercati ma secondo le previsioni recuperare nei successivi tre mesi

Come riferisce Bloomberg e Reuter, il fondo pensione statale giapponese (Japan’s Government Pension Investment Fund) – che è poi il più grande fondo pensione del mondo – ha annunciato perdite record per i primi tre mesi del 2020.

Il fondo d’investimento per le pensioni statali del Giappone venerdì scorso ha affermato ha dichiarato di aver perso  l’11%, ovvero 17,7 trilioni di yen (164,7 miliardi di dollari), per i tre mesi conclusisi a marzo. Il calo del valore in realtà è stato più netto , riducendo il totale attivo del fondo a 150,63 trilioni di yen.

“Il calo delle azioni nazionali ed estere ha portato a un rendimento negativo per l’anno fiscale”, ha dichiarato Masataka Miyazono, presidente di GPIF. “Entrambi i mercati azionari hanno registrato ottimi risultati nel corso del 2019 anche sotto la pressione dei negoziati commerciali USA-Cina. La pandemia globale di coronavirus ha portato gli investitori a prendere una posizione di rischio “.

Le obbligazioni estere sono state le uniche attività principali a generare un rendimento trimestrale positivo. I titoli hanno guadagnato lo 0,5%, rispetto alle perdite dello 0,5% per le obbligazioni domestiche, il 18% per le azioni locali e il 22% per le azioni estere. Ad aprile, GPIF ha aumentato l’allocazione delle attività in obbligazioni estere di 10 punti percentuali al 25%, mantenendo invariato l’obiettivo di titoli esteri e nazionali al 25%.

Masataka Miyazono, presidente di GPIF gestore del fondo pensione ha provato a calmare le preoccupazioni dei giapponesi dicendo che i pagamenti delle pensioni non saranno interessati dal momento che gli investimenti vengono effettuati da un punto di vista a lungo termine e che il fondo sta già recuperando le perdite.

infografica Bloomberg

Il GPIF, leader negli investimenti socialmente responsabili, ha investito in indici come FTSE Blossom Japan, MSCI Japan ESG Select Leaders e MSCI Japan Empowering Women. Durante il trimestre gennaio-marzo, l’indice MSCI All-Country World delle azioni globali è crollato del 22%, il peggiore dopo la crisi finanziaria globale. Quindi le perdite del fondo pensione in fondo rispecchia gli indici.

Tuttavia non è consolante, mi rimane un po’ difficile immaginare dal punto di vista italiano che un fondo pensione possa speculare la sicurezza sociale sui mercati finanziari. Naturalmente il modo per gestire le pensioni in Giappone non è il meccanismo adottato in Italia. Come conferma  ‘Qui Finanza‘ –  l’INPS non ha investito né mai investirà né in azioni né in obbligazioni, anzi lo stato ogni anno aggiunge una quarantina di miliardi per coprire il maggior costo delle pensioni (pensioni privilegiate, di invalidità, sussidi, etc.)

patrizioricci by @vietatoparlare

Exit mobile version