Il lancio di missili di precisione HIMARS eseguiti solo dietro placet USA

I bombardamenti dei sistemi HIMARS pianificati dal governo Zelensky sono stati tutti approvati dagli Stati Uniti.

Washington ha “responsabilità politica, criminale e morale” per “crimini di guerra” commessi dall’esercito ucraino, ha affermato martedì il ministero della Difesa russo. La dichiarazione è arrivata in risposta a un’intervista di un’importante spia ucraina, che ha rivelato che Kiev si consulta con Washington prima di utilizzare i sistemi di lancio multiplo HIMARS di fabbricazione statunitense e che Washington ha effettivamente potere di veto sul processo decisionale.

“Tutto ciò prova inconfutabilmente che Washington, contrariamente alle dichiarazioni della Casa Bianca e del Pentagono, è direttamente coinvolta nel conflitto in Ucraina. È l’amministrazione Biden che è direttamente responsabile di tutti gli attacchi missilistici approvati da Kiev alle aree residenziali e alle infrastrutture civili negli insediamenti nel Donbass e in altre regioni che hanno causato massicce vittime civili”, ha affermato il portavoce del ministero della Difesa Igor Konashenkov.

Secondo Mosca, i sistemi HIMARS forniti dagli Stati Uniti sono stati ripetutamente utilizzati dalle forze di Kiev per prendere di mira strutture che non erano obiettivi militari legittimi. Probabilmente l’esempio più recente di questa strategia è stato un attacco a una colonia penale a Elenovka nella Repubblica popolare di Donetsk, che ospitava prigionieri di guerra ucraini, compresi i combattenti del reggimento neonazista Azov. L’attacco ha provocato la morte di almeno 50 prigionieri e altri 73 feriti.

“L’amministrazione Biden, insieme a Zelensky, ha la responsabilità politica, penale e morale del massacro di Elenovka e di altri crimini di guerra in Ucraina”, ha affermato Konashenkov.

L’intervista esplosiva con un alto funzionario dell’intelligence ucraino, il generale Vadim Skibitsky, è stata pubblicata lunedì dal quotidiano The Telegraph . Skibitsky ha rivelato che le truppe di Kiev stavano ricevendo feedback da Washington e Londra prima di lanciare i razzi HIMARS. Ciò consente a “Washington di fermare qualsiasi potenziale attacco se non fosse soddisfatto dell’obiettivo previsto”, ha osservato The Telegraph . 

VPNews

Exit mobile version