Il castello di 300 milioni di dollari del principe bin Salman

Il castello francese Chateau Louis XIV è stato venduto nel 2015 per la cifra record di 301 milioni di dollari, ma poi il nome dell’acquirente è rimasto un segreto. Il palazzo, progettato nello stile del XVII secolo, è stato costruito nel 2009. Oltre a numerose camere da letto e soggiorni, l’edificio dispone di una cantina e di un home theater. Il palazzo è pieno di tecnologia moderna. Sul territorio della tenuta è presente una fontana decorata con foglia d’oro, statue in marmo, camminamenti e un labirinto di piante. L’edificio si trova nel cuore di un tranquillo parco verde a 15 minuti da Parigi e dal Triangolo d’Oro.

Il castello da 300 milioni di dollari è uno degli acquisti stravaganti del principe, che spende la ricchezza guadagnata in modo futile e stravagante e, nello stesso tempo, predica l’austerità fiscale, scrive il NYT. Di fatto,  il principe Mohammed bin Salman Al Saud, è diventato principe ereditario nel giugno 2017 – il re gli ha consegnato il titolo, togliendolo a suo nipote di Muhammad ibn Naif.

Il NYT definisce il castello francese da 300 milioni di dollari “un altro gingillo” per il principe, insieme allo yacht da 500 milioni di dollari e al Salvatore del mondo da 450 milioni di dollari di Leonardo da Vinci.

A casa, Mohammed bin Salman combatte attivamente la corruzione e promuove uno stile di vita ascetico.

All’inizio di novembre 2017, Muhammad è stato nominato capo del comitato anticorruzione. Successivamente, nel paese sono iniziati arresti di massa di rappresentanti dell’élite locale. Per ordine di Muhammad, nel Paese sono stati arrestati 11 principi e diverse decine di alti funzionari e uomini d’affari. Sono stati rilasciati dopo aver trasferito i loro beni multimiliardari alle autorità. Diverse decine sono state semplicemente uccise, alcune sono morte in un elicottero abbattuto da persone “sconosciute”.

Il principe Mohammed si è immediatamente guadagnato la reputazione di leader forte agli occhi del pubblico, anche se alcuni critici lo descrivono come avventato. Ha lanciato bombardamenti in Yemen e ha guidato il blocco del Qatar. Ha anche preso piede con i giovani sauditi promettendo di riaprire i cinema e restituendo alle donne il diritto di guidare. È vero, su suo ordine, hanno tagliato a pezzi e sciolto una persona nell’acido.

Il coinvolgimento del principe nell’acquisto del castello francese è stato accuratamente nascosto. Gli acquirenti del castello erano società registrate in Francia e Lussemburgo. Sono di proprietà della società saudita Eight Investment Company, gestita dal capo del fondo di investimento personale di Muhammad bin Salman. I consiglieri della famiglia reale dicono che il castello appartiene in ultima analisi al principe ereditario.

Il NYT scrive che né il governo saudita né lo stesso principe hanno risposto alle richieste di commento sull’esito delle indagini. Come riportato, all’inizio di dicembre 2017, i lettori della rivista Time hanno nominato Muhammad bin Salman Persona dell’anno.

Buon uomo.

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.