Hezbollah accuses US of using air force to protect Daesh

[ad_1]

Il leader di Hezbollah afferma che Washington utilizza la sua Air Force per proteggere il gruppo terroristico di Daesh in Siria dalle forze armate siriane.

Hassan Nasrallah, leader del gruppo paramilitare sciita libanese Hezbollah, ha affermato che gli Stati Uniti stanno utilizzando la propria Air Force per proteggere i militanti del gruppo terroristico dello Stato islamico (Daesh) in Siria dalle forze armate siriane.

“Gli Stati Uniti proteggono Daesh in varie regioni siriane e impediscono all’esercito siriano di attaccare i terroristi, usando gli aerei”, ha detto Nasrallah domenica, in video trasmesso dal canale televisivo Al Manar.

 Il leader di Hezbollah ha affermato che l’esercito siriano e le truppe fedeli a Damasco dovrebbero sfondare il territorio del paese occupato dai terroristi, perché altrimenti i militanti continueranno i loro attacchi.

Il Pentagono rinuncia a rispondere alle rivendicazioni russe – La base militare statunitense in Siria usa i rifugiati come scudo umano

Secondo Nasrallah, al momento il Daesh controlla solo un territorio relativamente piccolo in Siria nei pressi del confine con l’Iraq.

La Siria è stata in stato di guerra civile da oltre sei anni. La coalizione guidata dagli Stati Uniti formata da  più di 70 stati membri sta conducendo varie operazioni aeree, attacchi di artiglieria contro la Daesh in Siria e in Iraq. L’operazione della coalizione in Siria non è coordinata con Damasco. I funzionari russi militari e diplomatici hanno precedentemente ripetutamente notato che la parte degli Stati Uniti, che ha dichiarato il suo obiettivo di eliminare Daesh e sconfiggere i terroristi in Siria, con le sue azioni ha dimostrato l’opposto di quando ha dchiarato .

Il ministro della Difesa russo ha pubblicato domenica fotografie aeree che mostrano i mezzi delle forze speciali dell’Esercito americane a nord della città siriana di Deir ez-Zor, dove sono schierati i militanti di Daesh. Il ministero ha aggiunto che non esistono segni di scontri nella zona e che i militari statunitensi sembravano “completamente sicuri” nelle aree controllate dai terroristi. Mosca ha espresso la speranza che le azioni della coalizione guidata dagli Stati Uniti contro Daesh siano conformi ai loro obiettivi dichiarati.

fonte

Source link

pubblicità