Holyween : un Santo su ogni chiesa.

Anche quest’anno parte l’iniziativa promossa dal Progetto Sentinelle del mattino

Notte di streghe e di zombies? Il 31 ottobre sarà contrassegnato anche nell’edizione 2010 sull’iniziativa promossa in tutta Italia dal Progetto Sentinelle del mattino, un network impegnato dal 1998 a diffondere nella Penisola innovative esperienze per i giovani.
Si tratta di HOLYween, la notte dei Santi. In sostanza si chiede alle parrocchie e agli abitanti delle città, delle contrade e dei paesi, di affiggere sulle finestre, sui balconi o sulle porte delle immagini di Santi a noi cari. «Vogliamo tappezzare le città di volti di bellezza – ci spiega don Andrea Brugnoli, iniziatore di questa proposta -; di fronte ad un mondo abitato da mostri e in una notte dove tanti giovani flirtano con l’horror, noi vogliamo mostrare l’immagine più bella delle nostre terre: i volti dei suoi santi».
I più appesi? Lo scorso anno vinse Padre Pio, mentre il precedente Giovanni Paolo II, sempre incalzati da Madre Teresa e da don Bosco. Ma appaiono talvolta anche santi non beatificati come Benedetta Bianchi Porro o Giovanni Paolo I, il papa del sorriso.
Gli scorsi anni il successo è stato eclatante: numerose diocesi italiane hanno adottato l’iniziativa. Qualche vescovo ha addirittura scritto ai fedeli invitandoli ad appendere volti di santi ovunque. In molte città sono state organizzate persino marce, veglie di preghiera e adorazioni. Un modo per salvare la vigilia del primo di novembre dagli assalti delle mode trasgressive e neopagane dei culti celtici. «Roba da adolescenti, – dice don Andrea – ma che produce ogni anno un fatturato enorme per chi ci guadagna e che porta nelle città molto disordine e lascia alla fine un tappeto di schifezze, sempre sulle spalle dei ragazzini che ci cascano».
Su questo sito è anche possibile scaricarsi una collezione di immagini da stampare e da appendere.