Gli #USA lamentano che la Russia attacca costantemente i propri aerei con strumenti di guerra elettronica

L’American Institute for the Study of War ha pubblicato un rapporto in cui la Russia viene accusata di attacchi regolari alle forze statunitensi nella Repubblica araba siriana. Secondo i dati presentati, la Russia attacca regolarmente la ricognizione e l’aviazione da combattimento, usando mezzi non letali ma non meno pericolosi: i complessi di soppressione elettronica.

“La Russia in Siria sta testando nuovi sistemi di guerra elettronica. La loro partecipazione alla guerra civile siriana gli consente di acquisire esperienza pratica e di provare nelle operazioni  gli strumenti di guerra elettronica – Electronic Warfare (EW). Almeno quattro sistemi di guerra elettronica sono stati schierati dalla Russia in Siria. <…> La Russia usa i suoi sistemi di guerra elettronica per monitorare e fermare le operazioni della coalizione americana contro l’ISIS” Il comandante del Comando delle operazioni speciali degli Stati Uniti (SOCOM), il generale Raymond Thomas, ha anche osservato nell’aprile 2018 che gli Stati Uniti “lavorano nel più aggressivo ambiente di soppressione elettronica sul pianeta” con “avversari che ci testano ogni giorno interrompendo le comunicazioni e spegnendo i nostri EC-130”  . Queste dichiarazioni indicano la gravità della minaccia della guerra elettronica, che la Russia rappresenta in Siria “, afferma il rapporto.

“In definitiva, la Russia cerca di utilizzare le proprie capacità tecniche come parte della sua più ampia campagna volta a sopprimere la forza la Coalizione USA contro l’ISIS dalla Siria. La Russia può utilizzare questi sistemi per ridurre la generale libertà di manovra e aumentare il rischio complessivo affrontato dagli Stati Uniti in Siria “, conclude l’Institute for the Study of War.

Ovviamente non è difficile capire che la dichiarazione è reticente: la Russia non vuol limitare le azioni contro l’ISIS ma mettere in difficoltà la presenza illegale in Siria nell’ambito dell’operazione ‘Inerent Resolve’ alleata e a motivo dell’ambiguità delle azioni statunitensi. Ricordiamo infatti che gli USA in questo momento continua ad addestrare guerriglieri nella località siro-giordana di al Tanf in funzione anti-governativa ed ha ospitato nello stesso territorio siriano (dichiarato off-limit per l’esercito siriano) elementi dell’ISIS.

Vietato Parlare