Gli Stati Uniti sanzionano i parlamentari ucraini favorevoli alla pace

Il governo ucraino dice di anelare alla democrazia e si riconosce di più nella UE piuttosto che la Russia, per i suoi valori liberali.

Ma il modus operandi di Zelensky stride con quanto enunciato: ha eliminato tutti i partiti di opposizione e chiunque critica il governo è considerato un traditore.
Per la verità questa situazione assomiglia sempre di più alla prassi di un qualunque paese dittatoriale. Ma l’occidente in lotta per la competizione globale, non ci fa caso.

Vp News

abc2

l partito ucraino Opposition Platform – For Life (OPFL) considera le sanzioni statunitensi contro i suoi membri come un “atto di terrore politico internazionale”.

“L’OPFL afferma che le sanzioni e i procedimenti penali parziali contro i rappresentanti del nostro partito diretti a ostacolare l’attività legislativa sono un atto di terrore politico internazionale condotto su ordine del governo criminale ucraino”, si legge nella dichiarazione pubblicata giovedì sul sito web del partito. .

L’opposizione ha osservato che il presidente degli Stati Uniti e dell’Ucraina Vladimir Zelensky, invece di combattere oligarchi e funzionari corrotti, stanno lanciando attacchi all’OPFL. “Non ci sono dubbi che l’introduzione di queste sanzioni sia il risultato di una stretta comunicazione e di accordi personali tra Vladimir Zelensky e i funzionari statunitensi, in particolare il segretario di Stato americano Antony Blinken e i senatori statunitensi”, ha affermato il partito, dicendo che si trattava di un ” risultato diretto della politica criminale che ha privato l’Ucraina della sovranità, consegnandola al governo esterno. Proprio a causa della lotta del nostro partito per la sovranità dell’Ucraina, la sua indipendenza, la lotta contro il governo esterno, le sanzioni vengono introdotte contro la leadership del nostro partito”.

anche media di opposizione nel mirino
anche media di opposizione nel mirino

Giovedì scorso, il Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti ha imposto sanzioni a quattro ucraini che, secondo Washington, sarebbero “impegnati in attività di influenza dirette dal governo russo per destabilizzare l’Ucraina”. Tra questi c’erano l’ex vice capo del Consiglio di sicurezza e difesa nazionale dell’Ucraina Vladimir Sivkovich, i delegati della Verkhovna Rada dell’OPFL Taras Kozak e Oleg Voloshin e Vladimir Oleynik, un ex legislatore. Il comunicato stampa del Dipartimento del Tesoro afferma che “i quattro individui hanno svolto vari ruoli nella campagna di influenza globale della Russia per destabilizzare i paesi sovrani a sostegno degli obiettivi politici del Cremlino”.

ucraina 678

Il 2 febbraio 2021, il Consiglio per la sicurezza e la difesa nazionale dell’Ucraina , su raccomandazioni della Verkhovna Rada e del servizio di sicurezza dell’Ucraina, ha imposto sanzioni personali contro Kozak e i suoi canali TV NewsOne, ZIK e 112 Ukraine.

Fonte: TASS

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.