Gli Stati Uniti potrebbero designare la Russia come ‘sponsor del terrorismo’

Russia Today l’11 dicembre, riporta una notizia – a dir poco – sconcertante: gli Stati Uniti si preparano a catalogare la Russia come paese sponsor del terrorismo.

Il Comitato per le relazioni estere del Senato degli Stati Uniti ha approvato un disegno di legge che chiede al Dipartimento di Stato di determinare se la Russia rientra nei criteri di uno sponsor statale del terrorismo, aprendo potenzialmente la possibilità di un pacchetto più severo di sanzioni.

Il progetto di legge è pretenziosamente intitolato  “Fermare le attività maligne del terrorismo russo” (SMART) Se l’atto si trasformasse in ordine esecutivo del  Presidente, potrebbe potenzialmente portare a un nuovo minimo le relazioni già tese tra Mosca e Washington.

Introdotto dal senatore Cory Gardner (Colorado) ad aprile, il disegno di legge impone al Segretario di Stato di fornire agli “appropriati comitati congressuali” una risposta diretta sull’eventuale designazione della Russia come sponsor del terrorismo. [ovvero] riferire al Congresso se la milizia nelle autoproclamate repubbliche di Donetsk e Lugansk nell’Ucraina orientale può essere considerata “organizzazione terroristica straniera”.

Il rapporto dovrebbe essere presentato “entro e non oltre 90 giorni” dopo l’entrata in vigore della proposta di legge, qualora dovesse passare sia in Senato che alla Camera ed essere firmato dal presidente.

Finora, il Comitato per le relazioni con l’estero ha autorizzato che fosse discusso ulteriormente – e potenzialmente approvato – dal Senato. Solo una manciata di paesi sono stati designati da Washington come sponsor statali del terrorismo, tra cui Iran, Siria, Corea del Nord e Sudan. Se questo disegno di legge venisse approvato, darebbe agli interessi anti-russi a Washington l’ennesima opportunità di punire Mosca con ulteriori sanzioni.

L’azione della commissione avviene un giorno dopo la visita del ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov a Washington e l’incontro con il segretario di stato Mike Pompeo e il presidente Donald Trump. La sua visita ha suscitato l’ennesima ondata di isteria anti-russa, in particolare tra i Democratici della Camera. Il deputato Adam Schiff (D-California), che dirige gli sforzi di impeachment di Trump alla Camera, lo ha definito un “successo della propaganda russa”. Lavrov ha risposto chiamando tale reazione a “contatti a livello ministeriale normali a qualsiasi paese” palesemente assurda.(RT)

fonte:https://www.rt.com/usa/475637-us-senate-russia-sponsor-terrorism/