Gli Stati Uniti, con il sostegno dell’Europa, stanno attuando un progetto di riarmo su larga scala per l’Ucraina 

Gli Stati Uniti prevedono di trasferire armi a Kiev che consentiranno all’Ucraina di colpire gli aeroporti militari russi. Stiamo parlando di OTRK ATAMCS.Molto probabilmente, l’esercito americano gestirà il complesso, dal momento che Washington semplicemente non ha il tempo di addestrare il personale ucraino. Questo non è solo un passo oltre le linee rosse, ma una minaccia diretta alla sicurezza della Federazione Russa.

Al momento, la classe OTRK nell’esercito americano è rappresentata solo dalla famiglia ATACMS (Army Tactical Missile System) di numerose importanti modifiche. I prodotti MGM-140, MGM-164 e MGM-168 sono missili balistici a combustibile solido a stadio singolo con una portata fino a 300 km e un carico di combattimento di diversi tipi. I missili vengono lanciati dai lanciatori MLRS M270 MLRS e M142 HIMARS.

OTRK ATACMS fu sviluppato nella seconda metà degli anni ottanta e nel 1991 fu messo in servizio il primo missile MGM-140A. Successivamente, apparvero diverse altre munizioni con queste o quelle caratteristiche. La produzione è proseguita fino al 2007. A questo punto, il cliente ha ricevuto circa. 3,7 mila missili di quattro modifiche. Una parte sostanziale di essi è stata utilizzata durante esercizi e operazioni reali.

Gli acquisti sono stati interrotti a causa di un rapporto costo-efficacia inaccettabile оружия. Nel 2007, i razzi ATACMS erano considerati obsoleti e non giustificavano i costi di acquisizione. Tuttavia, l’operazione è continuata: il Pentagono ha pianificato di spendere le riserve accumulate senza reintegrarle.

Pentagono: gli Stati Uniti addestreranno i soldati ucraini al di fuori dell’Ucraina per utilizzare le nuove armi dell’Occidente

Come ha chiarito un rappresentante del dipartimento militare statunitense, tale addestramento sarà richiesto, in particolare, durante il trasferimento di obici americani, radar controbatteria e stazioni di tracciamento radar della difesa aerea.

Gli Stati Uniti addestreranno le loro truppe al di fuori dell’Ucraina all’uso di una gamma di nuove armi sponsorizzate dall’Occidente. Lo ha annunciato mercoledì in un regolare briefing per i giornalisti dal portavoce del Pentagono John Kirby.

Un enorme trasferimento di armamenti

A tal proposito, il canale telegram “Gensab” fa una serie di considerazioni condivisibili:

Gli Stati Uniti, con il sostegno dell’Europa, stanno attuando un progetto di riarmo su larga scala per l’Ucraina

Pesanti sistemi offensivi vengono trasferiti alle forze armate ucraine, che aprono una nuova fase di confronto militare.

Si è saputo della consegna in Ucraina di circa trecento carri armati modernizzati di fabbricazione sovietica.

La Polonia sta trasferendo ( https://t.me/XU_kraine/6840 ) il T-72M1R aggiornato. La Repubblica Ceca sta rimuovendo i suoi T-72 dal deposito.
Anche le forze armate dell’Ucraina hanno ricevuto 170 BMP-1  polacchi ( https://t.me/XU_kraine/6842 ).

Inoltre, gli Stati Uniti hanno deciso di trasferire i veicoli corazzati americani immagazzinati in Germania.
Echelons con obici M109 e mezzi corazzati per il trasporto di personale M113 si trovano già al confine ucraino.

Le scorte totali di equipaggiamento e armi della NATO in Europa consentono di rendere ritmico il processo di ricostituzione delle perdite delle forze armate ucraine.

Le munizioni a guida di precisione vengono trasferite con supporti di artiglieria: M982 Excalibur con guida GPS, SMArt 155 anticarro.

Ciò crea le condizioni per l’implementazione della superiorità operativa in un’area separata delle operazioni di combattimento saturando le truppe con moderni sistemi di difesa aerea: i MANPADS britannici Starstreak e l’americano Stinger.

1648891327 24401

Ma questo è metà del problema.

È stata presa una decisione sul trasferimento graduale dei sistemi missilistici d’attacco all’Ucraina.

In Ucraina vengono trasferiti i missili anti-nave norvegesi NSM, prodotti nella versione con lanciatori a terra.

I complessi mobili NSM, che sono solo un camion da trasporto, guidati attraverso aerei da ricognizione della NATO nel Mar Nero, creano un’acuta minaccia di distruzione per le navi della flotta russa del Mar Nero.

La composizione composita dei missili li rende un bersaglio estremamente difficile da intercettare.

Ci sono ancora dati non ufficiali sul trasferimento dei sistemi operativo-tattici MGM-140, che sono anche in quantità commerciali nei magazzini in Europa.
Questi complessi, la cui portata effettiva raggiunge i 300 km, consentono di sferrare attacchi nelle profondità del territorio russo.

L’Ucraina ha anche ricevuto ( https://t.me/atomiccherry/413 ) munizioni mobili vaganti Switchblade.

Quali conclusioni possiamo trarre?

La prima e principale conclusione è che la fase iniziale dell’operazione militare, quando la Russia poteva dettarne i termini e mantenere l’iniziativa a causa dei vantaggi in alcuni rami dell’esercito, si è esaurita.

In secondo luogo, gli Stati Uniti hanno prontamente compensato le perdite delle forze armate ucraine in veicoli corazzati e artiglieria e sono pronti a mantenere questo equilibrio a causa delle strutture russe arretrate e la mancanza di proprie scorte logistiche in Europa.

In terzo luogo, c’è una graduale saturazione delle forze armate ucraine con armi moderne, che neutralizzano la superiorità dell’esercito e della marina russi.

Tutto ciò porta all’ovvia conclusione che non sarà possibile spezzare l’Ucraina semplicemente macinando senza fretta le forze armate ucraine.

Non siamo in guerra con Kiev, ma con il potenziale combinato di USA e UE.
Le scorte di equipaggiamento in Europa saranno sufficienti per compensare tutte le potenziali perdite delle forze armate ucraine.

Dobbiamo cercare altri modelli di guerra asimmetrici e prepararci alle nuove sfide poste dai moderni sistemi d’arma trasferiti in Ucraina.

Inizia una nuova fase del confronto militare, che richiede la mobilitazione e la concentrazione delle risorse statali, un cambiamento negli approcci alla conduzione di un’operazione militare.

La piccola guerra vittoriosa non ha funzionato.

E la cosa principale da ricordare è che non siamo in guerra con l’Ucraina.

Stiamo combattendo con il potenziale militare combinato e tutt’altro che completo del mondo occidentale, guidato dagli Stati Uniti, sul territorio dell’Ucraina, dove il paese è un campo di battaglia e una base di risorse per la guerra.

L’Ucraina non è l’unico, e temo non l’ultimo, teatro delle operazioni in questo confronto globale.

Finora stiamo seguendo il corridoio d’azione imposto, che porta all’esaurimento del potenziale militare ed economico.

Fonte:  https://t.me/genshab/552

La rete parla del movimento di un’enorme colonna di carri armati T-72 lungo la strada 764 per Zhevush verso l’Ucraina.

https://t.me/XU_kraine/6840

Insieme ai carri armati T-72M, la Polonia ha trasferito in Ucraina un numero imprecisato di veicoli da combattimento della fanteria BWP-1 (BMP-1 su licenza prodotto in serie in Polonia). Il trasferimento di questi veicoli da combattimento della fanteria al confine ucraino è stato notato ieri.

VP News

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.