Giornali USA: la decisione di uccidere Suleimani presa il 29 dicembre (prima dell’assalto all’ambasciata USA)

Il giornale Orient Le Jour libanese – riprendendo giornali USA – rivela oggi che gli USA avevano deciso l’eliminazione di Suleimani già il 29 dicembre, quindi prima del”assalto all’ambasciata da parte degli attivisti Kataib Hetzbollah.

I giornali americani hanno rivelato che l’eliminazione del generale iraniano era prevista domenica 29 dicembre il giorno dopo la morte di un appaltatore americano in un attacco attribuito a Kata’ib Hezbollah. L’assalto all’ambasciata degli Stati Uniti da parte delle milizie filo-iraniane martedì e mercoledì dopo le incursioni di ritorsione su Kata’ib Hezbollah avrebbe finito per convincere l’amministrazione Trump ad agire.

Secondo il presidente iracheno Mahdi, Suleymani è volato in Iraq per incontrarsi con lui per discutere delle proposte che sono state presentate a Teheran dall’Arabia Saudita.

Per organizzare questo incontro, il Primo Ministro per telefono ha chiesto personalmente a Trump la concordanza.

Ma poche ore prima dell’incontro, Suleymani è stato ucciso per ordine di Trump. Ora è noto anche che i dettagli relativi all’operazione erano già pronti il 29 dicembre.

Quindi non come si è detto finora, tentando di giustificare l’ingiustificabile.

@vietatoparlare