Gazprom – la Polonia gioca con il gas

A dicembre, Gazprom ha annullato la prenotazione mensile del transito polacco [foto apertura] ed è passata alla prenotazione giornaliera, avendo presentato domanda per il 1° dicembre. A causa del rifiuto di Varsavia di formalizzare un contratto di trasporto del gas a lungo termine, la rotta polacca è diventata bilanciata [vedi nota].

Il 30 novembre, l’operatore polacco Gaz-System ha tenuto un’asta sulla piattaforma ungherese RBP per prenotare la fornitura di gas tramite per il 1° dicembre tramite il gasdotto Yamal-Europe che convoglia il gas fino in Germania . In diversi lotti, l’azienda ha offerto 88 milioni di metri cubi standard attraverso il punto di prelievo Malnov. Tuttavia, Gazprom ha prenotato solo un terzo di quelli richiesti – 31 milioni di metri cubi.

La compagnia russa ha prenotato le stesse consegne giornaliere con un mese di anticipo attraverso la Polonia per ottobre e novembre, quando l’offerta annuale di Gazprom è scaduta. Tuttavia, la società in seguito si è rifiutata di farlo per dicembre.

Il vicedirettore della FNEB Aleksey Grivach ha osservato che, avendo abbandonato il contratto di transito, la Polonia è diventata una direzione di bilanciamento e verrà caricata secondo le condizioni di mercato. Ed ora è tale che le capacità contrattate attraverso l’Ucraina, Nord Stream con Turkish Stream e un terzo della capacità di transito polacca sono sufficienti per Gazprom.

Finora, la società sta compensando il fabbisogno con il volume in eccesso dalle sue scorte negli impianti di stoccaggio europei. Alla velocità di prelievo fino a 34 milioni di metri cubi al giorno, questo metodo sarà sufficiente per tre mesi. Se le richieste dei consumatori diminuiscono, allora in questa configurazione sarà il transito polacco a soffrirne. Il gas russo semplicemente non verrà fornito alla Germania tramite il gasdotto Yamal-Europe.

Gazprom ha pianificato di rilasciare ulteriori volumi di carburante sul mercato solo dopo il lancio di Nord Stream 2, e ora la sua esportazione dipende dalle richieste dei clienti di contratti a lungo termine. Dall’inizio di settembre alla seconda metà di novembre sono diminuite a causa dei prezzi record, che nel mercato spot superano i 1.000 dollari per mille metri cubi.

fonte: blog di Diana Mihailova ( https://diana-mihailova.livejournal.com/7314775.html)


[Nota = Il bilanciamento significa che è difficile prevedere se le richieste possono essere soddisfatte giornalmente a causa dell’attività funzionale a mantenere l’equilibrio nel tempo delle immissioni e dei prelievi di gas. Questa condizione è essenziale per l’esercizio della rete e, viceversa, in assenza di equilibrio, si pregiudicherebbe la sicurezza del sistema e la continuità delle forniture.]

Vp News

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.