Ex primo ministro britannico: bisogna creare un governo mondiale per affrontare l’epidemia di coronavirus

Secondo l’ex primo ministro britannico Gordon Brown, ci deve essere una risposta globale coordinata nella lotta contro il coronavirus.

The Guardian riferisce che l’ex primo ministro britannico Gordon Brown ha chiesto la creazione di un coordinamento mondiale per affrontare l’epidemia di coronavirus:

L’ex primo ministro laburista, che è stato al centro degli sforzi internazionali per affrontare l’impatto della debacle delle banche nel 2008 , ha affermato che è necessaria una task force che coinvolga leader mondiali, esperti sanitari e capi internazionali organizzazioni che avrebbero poteri esecutivi per coordinare la risposta.

Secondo Gordon Brown, i leader mondiali dovrebbero creare una forma temporanea di governo globale con la partecipazione di esperti di salute e leader di organizzazioni internazionali per combattere la doppia crisi medica ed economica causata dalla pandemia di Covid-19.

Giovedì, un incontro virtuale del gruppo G20 di paesi sviluppati e in via di sviluppo sarà presieduto dall’Arabia Saudita. Tuttavia, Brown ha affermato che sarebbe preferibile includere il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite nella sua composizione.

A suo parere, il coronavirus – “non è qualcosa che può essere affrontato in un paese. Deve esserci una risposta globale coordinata. ”

L’ex premier britannico  ha inoltre sottolineato che l’attuale crisi è diversa dalla crisi del 2008, perché quella era “un problema economico con ragioni economiche e una soluzione economica”.

A sua volta, il coronavirus è “prima di tutto, una situazione medica di emergenza e sono necessarie azioni congiunte per risolverla”.

“Ma più si interviene per far fronte a un’emergenza medica, più si mette a rischio l’economia”, ha affermato Brown.

Egli sostiene che la task force globale che propone  avrebbe affrontato la crisi su due fronti. Sarà necessario uno sforzo coordinato per trovare il vaccino, nonché per organizzare la produzione, l’approvvigionamento e prevenire la speculazione.

“Abbiamo bisogno di qualcuno che prenda le funzioni di leader operativo”, ha detto Brown. “Se io potessi, espanderei l’organizzazione” G20 “, perché nelle condizioni attuali è necessario ascoltare i paesi più colpiti da questo problema, i paesi che stanno cambiando la situazione in meglio e e intervenire verso i paesi in cui esiste un rischio di larga scala di danno da virus, ad esempio, in Africa “.

Sarà ma qui non riusciamo a metterci d’accordo neanche in Europa , figurarsi a livello mondiale con sanzioni in corso, egoismi, sanzioni  e guerre che imperversano.

@vietatoparlare