Eurodeputato francese: la politica estera europea è troppo allineata con Washington (che fa i propri interessi)

Thierry Mariani, candidate for presidency of Provence-Alpes-Cotes-d'Azur (PACA) region, part of French far-right Rassemblement National (National Rally - RN) party ticket, delivers a speech in reaction to the outcomes of the second round of French regional and departmental elections, in Marseille, France June 27, 2021. REUTERS/Eric Gaillard

Recentemente anche il partito dei verdi in Germania critica la politica dei paesi europei, troppo succube dei ‘desiderata’ statunitensi. Ora è la volta di un deputato francese, che accusa Bruxelles di ‘poca visione’ in politica estera, ove la UE sta realizzando catastrofi (energia, profughi, gestione dell’emergenza sanitaria, rapporti con la Russia).

L’eurodeputato francese Thierry Mariani ritiene che la crisi migratoria scoppiata al confine polacco fosse abbastanza prevedibile e provocata dalle sanzioni europee contro la Bielorussia, scrive Le Figaro. Inoltre, ha osservato che l’Europa sta “facendo commissioni” per gli Stati Uniti e quindi invia la Russia alla stessa Cina.

La situazione con i migranti al confine tra Bielorussia e Polonia è ancora tesa, ma l’eurodeputato, il politico francese Thierry Mariani, ha affermato che questa crisi era abbastanza prevedibile, scrive Le Figaro.

“ Un anno fa, l’Unione Europea ha deciso di applicare sanzioni per rovesciare il regime di Lukashenka. Valeva la pena aspettarsi una risposta “, citando la pubblicazione. Quindi crede che la situazione attuale sia il risultato delle sanzioni europee.

“L’ ingenuità della politica estera dell’UE può essere paragonata solo alla sua inefficacia “, ha anche twittato di recente.

Mariani ha osservato che l’Europa non dovrebbe impegnarsi nel ricatto della Bielorussia, ma deve condurre un dialogo per trovare una soluzione. E se si tratta di salvare i migranti, questo non dovrebbe essere dovuto alla loro integrazione nell’UE. “I confini della Polonia sono anche i confini della Francia”, ha detto Mariani. Pertanto, crede che l’Europa dovrebbe aiutare i polacchi a costruire un muro di protezione al confine.

Lunedì la situazione attuale è stata discussa dai leader di Francia e Germania con i presidenti di Bielorussia e Russia. Tuttavia, le loro opinioni sulla situazione non coincidono: ad esempio, Vladimir Putin ha notato di comprendere la necessità di porre fine alla crisi, prima di tutto mostrando rispetto umano per i migranti.

Inoltre, Mariani ha osservato che gli europei devono smettere di fare commissioni per gli americani. Secondo Mariani, è nell’interesse degli europei non aderire interamente alla politica americana. “Sono impegnato nella politica gollista, che ci tiene a pari distanza dagli Stati Uniti e dalla Russia. Ora stiamo mandando i russi nelle mani dei cinesi, e questo è un grosso errore “, ha detto Le Figaro.

fonte: Ino TV

Exit mobile version