El Alalam: “in sei anni, più di 15,000 organi umani prelevati ai bambini siriani” e immessi sul mercato nero

El Alalam: "in sei anni, più di 15,000 organi umani prelevati ai bambini siriani" e immessi sul mercato nero 1

In 6 anni sono stati eseguiti oltre 15.000 espianti di organi sui bambini siriani ospitati o rapiti dai campi profughi.

Hossein Noufel, direttore generale dell’Ufficio Coroner Siria ha rivelato che gli organi di migliaia di civili siriani sono stati venduti sui mercati neri internazionali nel corso degli ultimi sei anni.

“Abbiamo informazioni accurate che dal 2011 oltre 25mila interventi chirurgici sono stati condotti nei campi profughi dei Paesi limitrofi e nelle aree controllate dai terroristi in Siria per espiantare gli organi di 15mila siriani e venderli nei mercati neri internazionali” ha detto il Dott Noufel.

Il responsabile dell’Ufficio Coroner Siria riferisce che sul mercato nero turco “un rene è venduto a $ 10.000 , mentre lo stesso rene è venduto per $ 1.000 in Iraq, ma in Libano e in Siria il prezzo di ciascun rene, è di $ 3.000. ”

Il Dr. Noufel afferma che sui mercati neri sono venduti anche altri organi del corpo umano, come la milza e la cornea.

Fonti locali in provincia di Idlib hanno riferito al giornale al-Akhbar che durante le ultime due settimane, 15 persone sono state rapite in diversi quartieri, la maggior parte dei quali bambini.

Inoltre, gli attivisti di social media hanno pubblicato decine di messaggi e hanno avvertito i residenti di Idlib della possibilità di sequestro dei loro figli e del traffico dei loro organi da parte dei gruppi terroristici, dicendo che la maggior parte dei bambini rapiti sono stati trasferiti in Turchia.

Fonti locali in diversi distretti di Idlib hanno riferito che i militanti hanno rapito più di 10 bambini in diverse parti della provincia, tra cui Kafarouma, Jidar Bekalfoun, Atma, Jisr al-Shaqour e al-Fayqa .

Inoltre, una fonte locale nella città di Sarmada a nord di Idlib ha detto che “un certo numero di militanti alla guida di un furgone bianco, hanno rapito un bambino di 10 anni. Tuttavia, hanno affrontato la resistenza dei residenti e sono stati arrestati. Secondo alcune testimonianze però gli stessi, stati liberati dalla prigione detenuta da Fatah al -Sham (precedentemente noto come al-Nusra) lo stesso giorno”.

Secondo i rapporti, l’aggravamento della situazione della sicurezza ad Idlib, ha costretto i residenti a fuggire in provincia di Hama nel timore della vita dei loro figli.

Nel frattempo, una fonte ha detto mercoledì che anche l’ISIS ha istituito in Turchia un mercato che vende organi del corpo umano rubati dai corpi di iracheni rapiti .

Sempre secondo la stessa fonte, l’ISIS trasferirebbe gli organi congelati dalla città irachena di Mosul a Tal Afar a Ninive e poi a Raqqa in Siria. Il carico viene poi venduto alla mafia turca.

fonte

vedi anche: globalresearch

Sono diffusi in rete immagini e video che testimoniano questi traffici.  . Qui ne segnalo uno ma lo sconsiglio a persone particolarmente emotive. Io non so per il momento stabilirne la provenienza, ma se ne fosse appurata la veridicità, potrebbe ulteriormente avvalorare le numerose testimonianze.

Vietato Parlare

 

Exit mobile version